Sit-in contro il bavaglio ai talk show

0
133
Roma - "La decisione del consiglio di amministrazione della Rai
rappresenta un fatto gravissimo e mette il bavaglio a quei giornalisti non ancora
del tutto asserviti al potere ".Crudo e senza mezzi termini il commento del
vicepresidente dell'Italia dei Diritti Roberto Soldà presente in via Teulada al sit
- in di protesta contro il regolamento che cancella dai palinsesti della Rai i talk
show di approfondimento politico per tutta la durata della campagna elettorale. Alla
manifestazione davanti agli studi delle trasmissioni "Ballarò"  e "Porta a porta",
hanno partecipato, oltre all'Italia dei Diritti, il sindacato della Fnsi e quello
dei giornalisti Rai, Usigrai, il Popolo Viola, l'Italia dei Valori, e alcuni
esponenti dell'opposizione tra cui il segretario del Pd Pierluigi Bersani. Spiega
l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: "La presenza alla
manifestazione di tanti comuni cittadini, e non solo di membri della stampa, è il
segno tangibile dell'assurdità della scelta della Rai che inibisce la partecipazione
di questi alla vita politica a pochi giorni dalle elezioni. Un provvedimento che
riporta indietro di anni e che forse - conclude Soldà - non trova un precedente
nemmeno nei regimi autoritari dell'ex blocco comunista".

Lascia un commento