Sequestrati beni per 20 milioni alla ‘ndrangeta nel varesotto

0
238
Varese  - "Com'è possibile che si arrivi ad accumulare una fortuna senza che a monte vi sia
alcun controllo di tipo bancario?" Commenta così Giuseppe Criseo, responsabile per
la Lombardia dell'Italia dei Diritti, la notizia del sequestro nel territorio della
provincia di Varese da parte del locale Comando dei Carabinieri di ben 20 milioni di
euro, tra beni di lusso, attività commerciali e soprattutto contanti, appartenenti
alla 'ndrangheta. Le indagini patrimoniali di questi giorni seguono i 39 arresti del
23 aprile del 2009, nell'operazione denominata 'Bad Boys', che si concluse con
l'arresto di 11 persone per associazione per delinquere di stampo mafioso e altre 28
per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di tentato omicidio,
estorsioni, usura, rapina e riciclaggio.

Lascia un commento