I vincitori della XXVII edizione del Premio Cesare Pavese

0
174

Gad Lerner con Scintille. Una storia di anime vagabonde (Feltrinelli) per la sezione Narrativa, Margherita Hack con Libera scienza in libero stato (Rizzoli) per la sezione Saggistica, Maria Luisa Spaziani con L’incrocio delle mediane (San Marco dei Giustiniani Editori) per la sezione Poesia, Carlo Ossola con Il continente interiore (Marsilio Editori) per la sezione Premio della Giuria e Jacqueline Spaccini con Aveva il viso di pietra scolpita (Aracne) per la sezione Premio Speciale sono i vincitori della 27a edizione del Premio Cesare Pavese (sezione opere edite).

Gli autori riceveranno il riconoscimento domenica 29 agosto alle ore 10 a Santo Stefano Belbo (Cn), presso la casa natale dello scrittore, dove ha sede il Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale. Sarà premiata anche la tesi di tesi di laurea Alla scoperta di ciò che “sonnecchia sotto la scorza di noialtri”: Paesi tuoi e La spiaggia di Cesare Pavese di Elettra Claudia Manzoni di Opera in provincia di Milano (sezione promossa dall’Azienda Agricola Giacinto Gallina di Santo Stefano Belbo).

La cerimonia di premiazione delle opere edite sarà preceduta dalla giornata pavesiana di sabato 28 agosto, interamente dedicata allo scrittore, alla sua poetica e ai luoghi da lui narrati. In questa occasione alle ore 18 saranno premiati i vincitori della sezione opere inedite: Riccardo Olivieri (di Torino) con Difesa dei sensibili per la sezione Poesia; Piero Cerati (di Moncalieri – To) con Escort, un nuovo/antico significato(etimologia) per la sezione Saggistica; Giovanni Galli (di Savigliano – Cn) con Limpio per la sezione Narrativa; Pietro Baccino (di Savona) con A s’arpòsa ra negia per la sezione Poesia Piemontese; Gian Antonio Bertalmia (di Carmagnola – To) con El ciel an ponta al dil per la sezione Narrativa Piemontese; Gian Franco Morino (di Acqui Terme – Al) con Silloge equatore per la sezione Poesia Inedita riservata ai medici; Felice Nisticò (di Catanzaro) con Senza lasciarsi andare per la sezione Narrativa Inedita riservata ai medici; Giovanni Consalvi (di Montesilvano – Pescara) con Manuale di neuroscienza cognitiva per la sezione Saggistica Edita riservata ai medici; Silvana Melas (di Cagliari) per Un progetto poetico in aree di bordo per la sezione Poesia Edita riservata ai medici; Gianni Sembianti con Il cavaliere dell’anno Mille per la sezione Narrativa Edita riservata ai medici; Paul Dedespress per la sezione Narrativa in lingua francese, Michel Chappuis-Maurette per la sezione poesia in lingua francese.

Lascia un commento