Portoferraio, solo in questo comune ha prevalso il Sì

0
171

Portoferraio – Lacrime di gioia del sindaco Roberto Peria, fautore del comitato per il Sì per il Comune unico, a chiusura dello spoglio delle schede. Il suo comune, che peraltro è anche il capofila dei comuni isolani e che sarebbe dovuto diventare la municipalità amministrativamente più importante dell’Elba nel caso in cui il referendum avesse proclamato l’affermazione del Sì, è di fatto l’unico municipio, in cui gli elettori si sono espressi secondo quanto diceva il primo cittadino. Su otto municipalità, Portoferraio ha quindi visto 2.487 Sì (64,03 %); contro 1.397 No. Purtroppo una vittoria che non cambia di fatto il quadro generale delle cose e la fortuna ultima del Referendum consuntivo, dove si legge il fallimento della proposta avanzata e neppure tanto nascostamente dal Pd. Schiacciante è poi il raffronto con le altre realtà comunali insulari. A dimostrazione di cosa? Che si ama stare nello status quo? E’ ancora presto per esprimere giudizi, ma certo ha pesato il semplice raffronto di come il comune candidato ad assumersi sul groppone le otto municipalità è attualmente amministrato. Non è di sicuro un fulgido esempio di sagacia ed abilità amministrativa. Cosa si diceva a commento nei seggi isolani? “Portoferraio non sa amministrarsi da solo, figurarsi se è in grado di risolvere i problemi di Pomonte!” Dunque, avanti così, dopo aver assistito al fallimento della Comunità montana e a quello dell’Unione dei Comuni. L’elettore elbano va conquistato, cominciando a  gestire alcuni servizi essenziali in comune. Solo dimostrando con i fatti si potrà mutare il quadro delle cose attuali.

Lascia un commento