Portoferraio, intesa politica del Pei sul primo passo verso lo sviluppo della Città

0
174

Dalla Segreteria politica del Partito Euromediterraneo per l’Italia (Pei) riceviamo e pubblichiamo:

In merito al complesso degli ex depositi di carburanti della ex Regia Marina Militare (Cittadella), la Segreteria del Pei, nell’ultima riunione, si è trovata unanimemente d’accordo nel rimarcare l’urgenza di procedere all’intervento di riutilizzo dello stesso complesso che già da 13 anni i responsabili del P.E.I e dello Studio Sintesi, hanno, con molteplici incontri, posto all’attenzione delle amministrazioni da allora succedutesi, avendo, tra l’altro, nel frattempo ,  ottenuto da tutti gli enti competenti l’approvazione ed il plauso per l’iniziativa intrapresa. Sottolineiamo per questo che l’urgenza ed ancor più l’improcrastinabilità, oltre che per motivi ( e fosse poco) di protezione dall’incuria e dal degrado di un bene di grande importanza storica e culturale, di occupazione  e sviluppo economico del territorio, deriva anche da motivi di sicurezza, in particolar modo in relazione  alla formazione rocciosa di S. Fine, ormai in fase di distacco (ed in parte già franata).

Ricordiamo per questo che le sottostanti scogliere sono molto frequentate ( specialmente in estate) sia da residenti che da turisti. Ripetiamo ancora che anche i soggetti militari, istituzionali, nonché la Sovrintendenza di Pisa, sono stati costretti dai fatti a riconoscere la necessità di procedere alla messa in sicurezza e al riutilizzo del bene e di tutta l’area interessata.

L’Amministrazione comunale, dal canto suo, in merito aveva dichiarato (ma ormai sono passati oltre 4 anni) di voler procedere tramite Bando Internazionale, cosa che ancora non ha fatto.

Ribadendo, da parte nostra, che avremmo potuto procedere autonomamente, date soprattutto le sollecitazioni ricevute via via dagli stessi enti responsabili (soprattutto sulla messa in sicurezza) ed a seguito dell’intesa politica  tra noi e le forze di centrosinistra (PD), di centrodestra (PDL e liste collegate, Lega Nord) e forze di Centro, vogliamo essere ancora fiduciosi che tale “iter” vada a buon fine; però questo deve avvenire nel più breve tempo possibile. In merito poi al complesso degli immobili e l’area della Capitaneria di Porto di Portoferraio, dopo la positiva istanza pervenutaci dalla Direzione Generale del Demanio di Roma riguardo al riutilizzo degli stessi al fine di realizzarvi un albergo a 5 stelle (per il quale è stato fatto un incontro a Roma anche Giovedi 11 Aprile scorso con la Direzione Generale del Demanio, il Ministero dell’Economia e il Ministero delle Infrastrutture), il Pei ha, anche per questo, incontrato tutte le forze politiche, ossia: PD per il Centrosinistra; PDL, Lega Nord e liste collegate , per il Centrodestra, nonché le forze di Centro e persino il nuovo Gruppo formatosi a seguito dell’uscita dalla PDL del Consigliere Gianni Bucci. Tutte le succitate forze politiche si sono trovate d’accordo con il P.E.I (come del resto nel caso della Cittadella) sulla giustezza dell’intervento da eseguire. A seguito di questo siamo pertanto pronti a fare un incontro con l’Ufficio Tecnico del Comune di Portoferraio per definire i termini tecnici e gli accordi in merito.

Nel pacchetto summenzionato, vista la positiva istanza  da parte della Provincia di Livorno, rientrerà poi anche l’immobile della ex Caserma dei Carabinieri di Calata Buccari,  contiguo al complesso della Capitaneria.

Lascia un commento