A Monza marocchino con un coltello minaccia i passanti

0
73

“Mentre si attende attoniti che si portino a compimento le millenarie sperimentazioni di ciò  che potrebbe migliorare di gran lunga la situazione operativa di migliaia di Tutori della Sicurezza,  gli Appartenenti alle Forze dell’Ordine sono ancora costretti, quotidianamente, a mettere mano  alle armi o piuttosto a morire. E’ qualcosa che fa cadere le braccia, eppure è una realtà, semplice ed orribile, ma una realtà… E intanto al povero militare costretto a usare la pistola d’ordinanza contro una persona armata di coltello che minacciava i passanti e che ha infierito contro i Carabinieri intervenuti probabilmente daranno l’ergastolo. Non è certo di nostra competenza, ma noi non ce la sentiamo di abbandonarlo, e quando gli daranno il carcere a vita continueremo a difenderlo e gli porteremo la cioccolata in cella…” . E’ questo il pungente commento di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp.