Tutto pronto per il campionato italiano di parapendio a Sestola

0
1088
Modena - Tra pochi giorni, il 7 luglio, si aprirà il campionato italiano di
parapendio a Sestola (Modena) e fino al 12 nugoli di vele multicolori
ravviveranno il cielo sopra le montagne modenesi, bolognesi e reggiane.
Decollando dal monte Calvanella in zona Pian del Falco, un prato posto a
quota 1525 metri ai piedi del monte Cimone (m 2165), il maggior rilievo
dell'Appennino dell'Emilia Romagna, questi mezzi che volano senza motore,
sfruttando le masse d'aria ascensionali, saranno impegnati su percorsi aerei
che possono estendersi per decine di chilometri. Infatti saranno le
condizioni meteo di ciascuna giornata di gara che determineranno la
lunghezza dei tragitti, contrassegnati da punti salienti del territorio che
i piloti dovranno toccare, confermando l'aggiramento tramite GPS. Un altro
strumento in dotazione dei piloti, il live tracking, permetterà di seguire
la gara su computer con aumento della sicurezza dei partecipanti perchè gli
organizzatori avranno sotto controllo la loro posizione in ogni momento del
volo.
Saranno sei gare di velocità dove vince chi impiega meno tempo a chiudere il
percorso. Dalla somma dei punti ottenuti dai piloti nelle varie prove
scaturirà la classifica finale. Due i possibili atterraggi ufficiali posti
nella zona del maneggio a Sestola, l'uno, e nel comune di Fanano vicino al
bivio Trignano-Lezzano, l'altro. I decolli sono previsti a partire dalle ore
11,30 e gli arrivi attorno alle 16.
L'organizzazione è affidata all'AeC Emiliainvolo, un'associazione di piloti
di parapendio e deltaplano che da oltre dieci anni promuove lo sport del
volo libero nella regione e fu già l'organizzatrice dei campionati italiani
del 2003. Alla manifestazione parteciperanno 100 piloti non solo italiani.
Infatti la formula "open" permette la presenza anche di piloti stranieri; in
questo caso sono già arrivate iscrizioni da Francia, Spagna, Russia,
Repubblica Ceca e Slovacchia. Gli attuali detentori dei titoli italiani sono
il diciottenne Nicola Donini, di Molveno (Trento) e la milanese Silvia Buzzi
Ferraris. La premiazione è fissata dopo l'ultima giornata di gara, sabato12
luglio.

Gustavo Vitali