Genova, i frati Cappuccini e l’Ospedale S. Martino insieme per ricordare il Santo

1
1346

Guercino - S.Francesco in estasiIl 4 Ottobre è stata la Festa di S.Francesco.
In molti luoghi è stata celebrata: egli è il Patrono d’Italia e molti, anche all’estero gli sono devoti.

Forse, come non mai, ci troviamo nel momento più giusto per ricordare e riflettere sull’operato di questo Santo.

A Genova,i frati Cappuccini dell’Ospedale S. Martino, il più grande della Regione, hanno radunato medici e personale per ricordare insieme il Santo.

Padre Mauro e Padre Agostino, con gioia e fratellanza hanno regalato qualche ora di serenità ,che induce alla riflessione su ciò che dovrebbe prevalere nella vita di ognuno di noi.

Forse nessuno è così forte e determinato da seguire le radicali scelte di s.Francesco,ma la ricerca del vero senso della vita, nella semplicità e nell’umiltà, è qualcosa che la nostra società necessita quanto prima.

Assisi, considerata simbolo di pace, si pone come polo dal quale si diffonde l’esigenza di una esistenza serena e semplice.

La visione francescana,che si rivolge al vero senso della vita e soccorre il vero “povero”, l’infermo, il debole, il bisognoso, è molto lontana dal comune senso della vita attuale.

Lo spirito francescano combatte gli interessi materiali e politici, le facili ricchezze, il mondo così materiale e superficiale quale è oggi in massima parte.

In un tempo così difficile,con scarsa sensibilità dell’uno verso l’altro, è illuminante pensare all’operato di questo Santo, più amato dalla gente, che fondò l’ordine francescano con frati minori, monache clarisse e laici secolari.

Così come riflettere e aiutare i Frati e chi loro si affianca per portare aiuto e fratellanza specialmente negli ospedali e ovunque qualcuno soffra .

luisa costa

1 Commento

Lascia un commento