Coldiretti elbana in assemblea, contraffazione alimentare e ungulati

0
113

Sono i due problemi principali che sono stati affrontati nel corso dell’assemblea dei soci di Coldiretti Isola d’Elba, che si è tenuta martedì nella sala riunioni del consorzio agrario di Portoferraio. Presenti il presidente provinciale Simone Ferri Graziani, il presidente di zona Elba Guido Allori, il direttore provinciale Aniello Ascolese, il responsabile del servizio fiscale Sabrina Bonanni e il responsabile del settore tecnico Claudio Ercolani e del segretario di zona Roberto Minelli.

Nel corso dell’assemblea Coldiretti ha illustrato i nuovi bandi previsti nel piano regionale che daranno la possibilità di presentare le domande per ottenere i finanziamenti legati ai regolamenti comunitari. Da rilevare le sette domande per l’insediamento dei giovani in agricoltura. L’assemblea ha affrontato il tema degli ungulati alla luce della nuova legge regionale della Toscana. «Sono emerse forti preoccupazioni circa gli effettivi risultati che l’applicazione della legge porterà sul territorio elbano», ha spiegato Roberto Minelli, segretario di zona. A tale proposito Coldiretti conta di organizzare a breve un incontro sul territorio dell’isola. Quanto alla contraffazione alimentare, piaga per l’agricoltura nazionale, Minelli è chiaro: «Noi abbiamo sempre sostenuto una battaglia contro questa mancanza di regole per impedire che ciò avvenga sistematicamente, ma ci siamo trovati spesso soli e senza l’appoggio indispensabile del mondo politico».