Procchio, presentazione del libro “Amedeo Modigliano. Le pietre d’inciampo”

0
274

Il Salotto di Procchio, per la prima edizione di “Procchio incontra..”, ospita MERCOLEDI 20 LUGLIO P.V. alle ore 21.45, la presentazione di “Amedeo Modigliani. Le pietre d’inciampo” di Maurizio Bellandi, edito da Sillabe Con lo spettacolo “Modigliani” di Michele Crestacci.
Piero Carboni, un ragazzino livornese di sette anni che vede nel sottoscala di casa di un suo parente cinque teste in pietra e chissà perché non se ne dimentica. Divenuto adulto, durante la Seconda Guerra mondiale, tra le macerie della stessa abitazione ritrova quelle teste, ricordo d’infanzia, ridotte però di numero a tre e di cui una danneggiata. Tra tutto quel che vede, sceglie di trarle in salvo. Finita la guerra apre una carrozzeria e, nel corso della sua lunga vita professionale, sistema le teste nelle varie officine, visibili a tutti gli avventori. Le teste rimangono lì dagli anni Cinquanta fino a quasi tutti gli anni Novanta, indisturbate e fiere solo della loro bellezza. Ed oggi sono custodite in un luogo segreto, sempre a Livorno, pronte a farsi vedere da tutto il mondo.
Questa la storia raccontata nel Diario di Piero Carboni e presentata nel volume Amedeo
Modigliani. Le pietre d’inciampo. La storia delle vere teste di Modigliani, edito nel maggio scorso dall’editore Sillabe e che ha avuto già un ottimo riscontro di critica e di lettori.
Un volume completo ed organico sulle teste ritenute di Modigliani, corredato da immagini, documenti, testimonianze – curati da Maurizio Bellandi, nipote di Piero Carboni – e dalle più recenti perizie. Il risultato finale è la ricostruzione di un insieme solido e congruente dell’intera vicenda dal suo inizio fino ad oggi.
La casa editrice presenta al pubblico del Salotto il volume con un’intervista all’autore e un
intervento teatrale di Michele Crestacci che interpreterà le parole e i pensieri di Piero Carboni in uno storytelling che cadenzerà le tappe della sua storia personale.
La serata si concluderà con un ulteriore omaggio al pittore livornese con lo spettacolo
“Modigliani” scritto da Alessandro Brucioni e Michele Crestacci. Monologo di Michele
Crestacci.

Lascia un commento