La Compagnia dei Tappezzieri. Una tournèe con applausi a scena aperta

0
188

La Compagnia Teatrale dei Tappezzieri, dopo l’ultima rappresentazione elbana di “ Sugar – A
qualcuno piace caldo” di Peter Stone dall’omonimo film di Billy Wilder e I.A.L Diamond per gentile
concessione della Tams-Witmark Music Library Inc. New York e tenuta il 15 di questo mese al Teatro Flamingo di Capoliveri, si è trasferita a Lucca per partecipare al Festival il Toscanello che si tiene nel Teatro Idelfonso Nieri di Ponte a Moriano
e che è iniziato sabato 20 gennaio per proseguire fino a metà marzo. La quarta, ricchissima edizione del Festival Regionale di Teatro
amatoriale “Il ToscaNello” organizzato dalla F.I.T.A. – Federazione Italiana Teatro Amatori – Provinciale di Lucca e dalla F.I.T.A. Regionale della Toscana vede in gara otto compagnie rigorosamente selezionate in tutta la Toscana.
E’ il secondo anno consecutivo che la Compagnia viene invitata anche a seguito dell’assegnazione degli ambiti premi vinti lo scorso anno come prima attrice e primo attore ritirati da Giuliana Berti e Franco Giannoni. Gli applausi a scena aperta avuti sabato 17 da un pubblico attento e composto anche dalla preposta Giuria di esperti auspicano, e ce lo auguriamo, un felice esito finale. Senza sosta e come il carro di Tespila, la Compagnia, smontate le scene e ricomposti i bauli dei costumi, si è trasferita nell’area metropolitana di Firenze per festeggiare, due giorni dopo, Silvano Campeggi in arte Nano, il grande artista dei sogni sul grande schermo, il mago dei cartelloni cinematografici che per quarant’anni ha lavorato per la Metro Goldwyn Mayer e per tante altre case di produzione italiane e straniere. Il tratto dei suoi disegni e la brillantezza dei suoi colori hanno accarezzato tutti i divi di Hollywood: Clark Gable e Marilyn Monroe, Marlon Brando e Audrey Hepburn, Liz Taylor, Gary Cooper, Rita Hayworth, Ava Gardner, Grace Kelly, ma soprattutto è l’artista che ha creato manifesti che sono rimasti nell’immaginario di tutti noi, come Via col vento, Casablanca, Cantando sotto la pioggia, West Side Story e del quale il Capoluogo toscano ha allestito fino al 7 gennaio nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio una
importantissima mostra retrospettiva.
Ed è nel Teatro CRC di Antella che lunedì 19 un numerosissimo pubblico assieme all’illustre artista ed a Elena, moglie e sua compagna di vita, spettatori d’onore in prima fila, ha applaudito in ovazione la Compagnia dei Tappezzieri nella stupenda messa in scena con una felicissima recitazione corale da ritenere in assoluto la migliore della stagione e percependo in maniera tangibile come ogni singolo attore stesse mettendo l’anima per rendere degno omaggio dovuto per il quale erano stati invitati e per rendere alto il nome
dell’Elba. A questo è doveroso aggiungere che la Compagnia ha fatto si che oltre 2000 euro venissero elargiti quale contributo per il restauro di una chiesa cara ai signori Campeggi. La serata per la Compagnia si è conclusa con una cena offerta in loro onore in una villa sulle colline di Firenze e che si è protratta per le ore piccole. E di tutto questo non possiamo dire altro che grazie a Paolo
Ferruzzi che ha curato la regia oltre alle scene e ai costumi ed ai bravissimi attori Giuliana Berti, Franco Boschian, Franco Giannoni, Manuela Cavallin, Paola Arnaldi, Maria Cristina Villa, Renzo Fabbri, Linda Longo, Andrea Gentini, Diana Boschian, Silvia Gentini, al sax Alessandro Grosso e ad Arnaldo Gaudenzi e Mario Gentini rispettivamente tecnici delle luci e del suono. Con i suoi 25 anni di continui e inarrestabili successi la Compagnia dei Tappezzieri è sicuramente una Realtà felice che degnamente rappresenta l’Elba tutta.