Rende è membro dell’assemblea dell’autorità idrica della Calabria

0
131

Sabato mattina 405 comuni calabresi hanno eletto l’Assemblea Aic (Autorità Idrica della Calabria) composta da 40 comuni e la Città di Rende è stata eletta membro dell’assemblea. Il Sindaco Manna dichiara “soddisfazione per il risultato” e preannuncia “massimo impegno nel rappresentare i bisogni di tutti i cittadini appartenenti al territorio d’ambito”. Il primo cittadino di Rende dichiara che “l’acqua è una risorsa preziosa ed esauribile, ed è per questo che il mio impegno sarà massimo nell’affrontare gli annosi problemi che attanagliano il settore idrico e l’intera comunità. La visione è quella di un servizio integrato di respiro territoriale ampio e condiviso. È necessario- continua il sindaco di Rende- intervenire sulla dispersione idrica e sulla ricerca di nuove fonti affinché nessuno sia escluso da un servizio di fondamentale importanza e, nel contempo, attivare tutte le iniziative necessarie alla tutela della risorsa attraverso la razionalizzazione degli usi, l’implementazione dei sistemi di trattamento, il ricorso alle recenti tecnologie in materia, in modo da perseguire obiettivi di carattere ambientale e di salvaguardia della risorsa”. Ed è sempre il sindaco di Rende Marcello Manna a spiegare che “la visione integrata del servizio idrico si riverbera anche su quella che è la visione strategica dello sviluppo del territorio urbano, entrambe, hanno le stesse finalità e la Città di Rende sarà parte attiva in questo storico processo di innovazione”.