Natale, mostra di artisti elbani e insediamento del Consiglio di Istituto al Foresi

0
207

E’ stata, giovedì scorso, una giornata densa, ricca di eventi quella di giovedì 13 dicembre, nella sede di Concia di terra dell’Istituto “Foresi”. Il personale scolastico e gli invitati prenderanno parte al “Banchetto didattico di Natale”preparato e servito dagli alunni dell’indirizzo alberghiero. Il menù prevede: Risotto zucca e gamberi; Conchiglioni ricotta e spinaci; Angolo fritti; Panzerottini; Polpette di patate; Frittini agli agrumi; Frittini di zucchine; Alici ripiene; Barchetta ricotta e salmone; Polpo caldo alla mediterranea; Sfoglia ripiena; Gamberoni soffiati; Pappa al pomodoro; Schiaccia riese e mousse di pandoro. Successivamente verrà inaugurata la mostra “Emozioni elbane”, allestita nei locali dell’Istituto. Si tratta della raccolta di un centinaio di opere di artisti del movimento culturale elbano “Associazione Punto di fuga”. La mostra è curata da Marco Fontanelli, artista e docente di Storia dell’arte al liceo delle scienze applicate. Un’iniziativa voluta dal preside Enzo Giorgio Fazio che così spiega l’importanza: “E’ un modo per colorare i nostri ambienti. Ma è anche un’opportunità per gli studenti che in questo modo possono conoscere opere artistiche, aprendosi a nuove prospettive attraverso l’educazione visiva”. Il preside ringrazia il prof. Fontanelli per la passione e l’impegno. Un impegno che travalica i confini della pittura (lo scorso anno, tra l’altro, ha ritirato nella Cattedrale di Monreale il Premio Internazionale Van Gogh, in una cerimonia alla quale era presente il figlio di Salvador Dalì). Quindici giorni fa, Fontanelli è stato premiato dalla Fondazione Villa Bertelli per il libro su Michelangelo. “Michelangelo e i doni dell’Isola d’Elba” è il primo romanzo del docente di arte, in cui l’autore immagina il viaggio dell’artista all’Elba per visitare una cava di granito. Buonarroti resta affascinato dalla bellezza e dalla straordinarietà dell’isola, sia per i suoi paesaggi che per gli abitanti e la cultura. Infine, i neo eletti consiglieri di Istituto si riuniranno per la seduta di insediamento dell’organo collegiale che, come primo atto, dovrà eleggere il presidente e la giunta esecutiva.

Lascia un commento