Porto Azzurro, il Consiglio di Stato dà ragione al sindaco Papi

0
125

Lettera aperta del sindaco Maurizia Papi,
con sentenza N.02880/2019REG.PROV.COLL.N.05319/2018 REG.RIC. Pubblicata il 3 Maggio 2019, il Consiglio di Stato ( Sezione V) ha respinto il ricorso presentato dalla SocietàPorto Azzurro innovation contro l’atto di annullamento della concessione demaniale marittima,ventennale, rilasciatale dalla precedente Amministrazione Comunale.Termina così una battaglia giudiziaria che ha duramente coinvolto e provato tutti assorbendogran parte di quelle energie amministrative che avrebbero dovuto essere più equamentedistribuite e finalizzate.Termina anche un lungo periodo di angosciosa incertezza per il futuro della nostra comunitàin quanto l’approdo rappresenta l’unico introito certo che ci possa consentire investimentimigliorativi a vantaggio di tutti.Corre l’obbligo di ringraziare tutti :i legali in primis, i supporters esterni, i dipendenti comunali che hanno lavorato nella direzioneda noi voluta, tutti quei cittadini che hanno condiviso le nostre iniziative e ci hanno sempreincoraggiato nel lungo cammino.Grazie a tutti; non è il Sindaco o la Giunta che vi ringrazia, ma tutta la cittadinanza perché dal3 Maggio 2019 l’approdo torna ad essere, ed in via definitiva, un bene della collettività.In altre parole siamo riusciti anche se in modo molto sofferto, a veder affermato il principioritenuto sacrosanto e inalienabile del nostro porto come bene di tutti; principio che mi avevaspinto a costituire nel 2015 un Gruppo Consiliare autonomo e dissociato e poi a candidarminuovamente a Sindaco nel 2017 per poter gestire questa articolata e complessa vicendadall’interno, sempre fortemente supportato e condiviso dall’attuale Giunta e da tutto ilGruppo di Maggioranza.Per me la vicenda è chiusa; mi interessa solamente la futura e gestione che voglio nella suaveste definitiva altamente qualificata e qualificante.In ultimo due considerazioni, anche se amare:a) Fu la grottesca volontà della Giunta Simoni di rilasciare la concessione demaniale ventennalea Porto Azzurro innovation che determinò la mia scissione dalla maggioranza; e si badi beneche la responsabilità di tale scellerata scelta non fu solo del Sindaco e Vice Sindaco ( 2Assessori si dissociarono) ma anche degli altri consiglieri/e di maggioranza.b)Porto Azzurro innovation , nel corpo del ricorso al Consiglio di Stato, aveva anche richiestovarie centinaia di migliaia di euro come risarcimento per la revoca della concessione e poichétale atto portava la mia firma, sarei stato io, personalmente, a dover rispondere della cifrarichiesta.

Lascia un commento