Portoferraio, concerto per l’inclusione

0
71

Portoferraio – Sul lungomare delle Ghiaie, si è svolto il concerto della Filarmonica elbana “G.Pietri”. L’iniziativa, voluta dall’Amministrazione comunale (presente con il sindaco e altri amministratori), è stata denominata “Note dal Cuore… percorsi di valorizzazione”. Il titolo scaturisce dalla natura della manifestazione: mettere insieme due realtà fondamentali della nostra Città. La prima realtà, musicale, è la banda cittadina che è una presenza costante sul territorio. La seconda realtà, sociale, è la Residenza sanitaria assistita di Casa del Duca, presente ieri con alcuni dei suoi ospiti e diversi operatori (della cooperativa e dell’Asl). Due realtà importanti che valorizzano le diverse generazioni e la loro inclusione nel tessuto sociale. “Lavoriamo costantemente all’integrazione – ha ribadito i responsabili della Rsa – perché i nostri ospiti non perdano il contatto, ora che sono anziani, con il territorio nel quale hanno vissuto la maggior parte della loro vita.”. Un concetto sottolineato anche da un ospite che, prendendo la parola, ha manifestato la sua soddisfazione per questa “uscita” serale, ringraziando di cuore – e a nome degli altri – quanti hanno creato questa occasione. E, nelle sue parole, tutti abbiamo percepito l’entusiasmo e il desiderio di dar vita ad ulteriori opportunità, da aggiungere alle tante che già vengono svolte. Per loro hanno anche ballato i campioni di ballo, gli elbani Franco Ascione e Antonella Colli che, con la scuola TipTapOne (associazione sportiva), realizzano tante iniziative di solidarietà sociale.

Il mio giudizio, sicuramente di parte per diversi motivi, è che questa iniziativa sia da elogiare perché, mettendo insieme musica e solidarietà (“cittadinanza”), valorizza le diverse realtà e ne favorisce l’incontro e l’integrazione. E’ un segmento di un percorso già avviato in forme varie ma che richiede sostegno. Del resto, la maggioranza (Cosmopoli Rinasce) che guida il governo della Città, nel suo programma ha definito “impegno primario attivare una politica sociale inclusiva e solidale che per le questioni sociali vedranno coinvolte le strutture professionali della ASL, le tante associazioni di volontariato e di servizi, le pubbliche assistenze, florida realtà a Portoferraio, e le associazioni sportive, tutte realtà che rappresentano un valore aggiunto per la creazione di una concreta rete di solidarietà e che possono certamente condividere e realizzare insieme dei progetti”.

Nunzio Marotti

Lascia un commento