Grande partecipazione alla call per il nuovo direttore generale

0
121

Grande adesione alla “open call” per la nomina del nuovo direttore generale dell’Università della Calabria che si è chiusa l’11 dicembre scorso. Sono state 23 le domande di adesione all’avviso di selezione per il conferimento dell’incarico, con contratto a tempo determinato di diritto privato, rinnovabile, della durata di tre anni.
Una commissione, appositamente nominata, di esperti interni ed esterni all’Università della Calabria avrà ora il compito di valutare a proprio insindacabile giudizio, sulla base della documentazione unita alle domande di partecipazione, le candidature pervenute. Alla fine di questa fase, proporrà al rettore Nicola Leone una rosa dei candidati migliori, in numero non superiore a tre, con i profili più corrispondenti all’incarico. La commissione alla quale spetterà il compito della preselezione è composta dalla dottoressa Bruna Adamo, già direttore generale dell’Unical e dai professori Alfio Cariola e Luigi Palopoli, direttori e senatori accademici, già membri del Consiglio di amministrazione Unical.
Soddisfatto per l’alto numero di candidature pervenute il rettore Nicola Leone, che ha voluto dare massima pubblicità alla call, anche a livello nazionale, attraverso la pubblicazione dell’avviso sul sito Codau, Convegno dei direttori generali delle amministrazioni universitarie.
Il rettore ha sottolineato come si stia procedendo nell’azione di governo nel pieno rispetto degli impegni di programma, utilizzando, come preannunciato, la buona pratica della chiamata pubblica aperta per la scelta di una figura di importanza strategica per l’ateneo, quale quella del direttore generale.
Entro fine anno, presumibilmente, verrà annunciato il nome del candidato prescelto.

Lascia un commento