Guardia di Finanza Elba, segnali rimossi dalle aree marine protette di Pianosa e Montecristo

0
70

Durante i controlli di polizia economico finanziaria nelle acque dell’isola d’Elba, i Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Portoferraio hanno individuato due operatori subacquei, di cui uno in attività di immersione, che eseguivano rilievi e misurazioni nelle acque del porto turistico di Marciana Marina, in assenza della prevista autorizzazione a effettuare tale attività, nonché della obbligatoria certificazione medica per le attività subacquee.
Ai due soggetti è stata pertanto applicata la sanzione amministrativa fino ad un massimo di € 6.167,00, nonché la sanzione accessoria della sospensione del titolo professionale.
Nel corso del pattugliamento in mare del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, all’interno delle aree marine protette delle isole di Pianosa e di Montecristo, a pochi metri dalla costa, gli equipaggi delle vedette della Sezione Operativa Navale di Portoferraio hanno anche rinvenuto e rimosso diversi segnali da pesca, ai quali erano collegati parti di reti da pesca non più idonee alla cattura di pesce, ma comunque pericolose per la fauna marina presente.
Le attività rientrano tra quelle che i Finanzieri della componente Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno effettuano quotidianamente per la prevenzione e la repressione di illeciti in mare, nelle acque interne e territoriali della Toscana.

Lascia un commento