Coronavirus, ecco i francesi della mitica Renault 4: “Siamo in Sicilia per un’emergenza, abbiamo fatto tutti i controlli”

0
148

Con un video caricato sui social i francesi della mitica Renault 4 hanno deciso di raccontare la loro storia  fare chiarezza sul perché sono arrivati in Sicilia. Il gruppo di francesi, tutti artisti di strada e senzatetto, si trovavano in Campania, e non avendo una casa, in piena emergenza coronavirus con l’aiuto di una famiglia spagnola, sono stati invitati in Sicilia per trascorrere questo periodo di lockdown sotto un tetto. Tutti i membri della comitiva sono stati fermati e sottoposti a tampone. Dopo un’attesa di tre giorni in Calabria sono riusciti raggiungere la Sicilia ed arrivare ad Aci Trezza. Il proprietario della casa nella quale sono stati fatti i controlli, Boris Drozom spiega: “i nostri amici francesi sono viaggiatori, erano già in Italia da quattro mesi. Quando la situazione si è aggravata, loro erano a Napoli. Gli abbiamo detto di venire qui perché non c’era un’altra soluzione. Loro abitano nella loro macchina non hanno un indirizzo fisso, né qui né in Francia. Hanno fatto le prove per il Coronavirus, risultate negative, hanno anche passato i controlli della Polizia. Sono stati fatti passare per emergenza, perché non avevano un’altra opzione. Vedendo questa situazione, la Polizia li ha fatti entrare qui: era l’unica soluzione umanitaria. Ora noi siamo tutti insieme, in quarantena, rispettando questa brutta situazione, che è responsabilità nostra e di tutti. Siamo a casa, senza uscire, per quattordici giorni. […] Ci appelliamo alla solidarietà, aspettiamo che tutti ci ascoltino ma soprattutto aspettiamo che il Coronavirus si fermi. E speriamo, infine, che tutto il mondo stia bene”.

Lascia un commento