Estate 2020, la Calabria ha vinto

0
38

Anche la stagione estiva 2020, che continua con un clima invidiabile e che resta uno dei marcatori naturali distintivi di questa terra, ha confermato la forza straordinaria del vero valore aggiunto sul quale la Calabria produttiva e creativa può e deve scommettere per il futuro: la qualità dell’aria, la quantità di spazi aperti, l’esperienza dei suoi paesaggi, l’emozione della sua enogastronomia, la bellezza del suo patrimonio identitario diffuso. È così che, in questa complicata fase mondiale di prevenzione della Pandemia, abbiamo sconfitto preoccupazioni e paure ed accolto, ancora una volta col sorriso, tantissimi viaggiatori, questa volta da tutt’Italia e dalla nostra stessa regione.
Ad esprimere soddisfazione per l’andamento dei numeri, non ancora definitivi, dell’estate in corso è Alessandra Barbieri, sottolineando come circa il 60% degli ospiti che hanno frequentato gli orti, le terrazze e gli spazi aperti affacciati sulla Città d’arte di Altomonte proveniva dal Nord Italia e la restante parte dalle regioni del sud, in particolare Puglia, Campania e Sicilia e con una importante quota di calabresi che hanno investito sulla scoperta dei tanti e diversi territori della regione.
Così come largamente anticipato – prosegue – il turismo nazionale e di prossimità ha sostituito quello straniero che, attraverso le nostre consolidate partnership con tour operator d’Oltreoceano, è sempre stata invece una delle componenti fondamentali del nostro successo, soprattutto nei mesi non estivi.
Ma la cosa che ci ha colpito di più – va avanti – anche da un punto di vista emozionale è stato il fatto che il ristorante, pietra miliare su cui oltre 50 anni fa è nata e si è consolidata l’intuizione e l’esperienza della Famiglia Barbieri, è ritornato ad essere il motore attrattivo dell’Hotel e di tutta l’oasi open air di itinerari, giardini, terrazze, fattorie, orti e panorami che lo circonda da sempre ma che quest’anno, forse più che in passato, ci ha consentito a tutti gli effetti di fare la differenza.

Lascia un commento