“La sicurezza va a scuola”, importante progetto della Provincia di Cosenza

0
760

La sicurezza sul lavoro continua a essere uno dei temi drammatici che la cronaca non smette di portare in evidenza quasi ogni giorno. Ogni anno mediamente il 6% dei lavoratori italiani subisce un incidente sul lavoro. Si tratta di quasi un milione di incidenti di diversa natura e gravità, dei quali circa 600 mila con esiti di inabilità superiore a tre giorni, oltre 27 mila determinano una invalidità permanente nella vittima, e più di 1.300 ne causano la morte. Ciò equivale a dire che ogni giorno tre persone perdono la vita per disgrazie legate alla propria attività lavorativa. La Provincia di Cosenza, Settore Mercato del Lavoro – Assessorato alle Politiche Giovanili ha promosso un protocollo d’intesa per diffondere la cultura della Sicurezza sul lavoro tra le giovani generazioni. Un progetto, “La sicurezza va a scuola”, che vedrà collaborare insieme l’Assessorato al Lavoro della Provincia di Cosenza, gli enti bilaterali ESEC e CPT e l’INAIL Calabria.
Si terrà giovedì 23 aprile, nella sede del Centro per l’Impiego di Cosenza, alle ore 11,00 la conferenza stampa di presentazione del protocollo. Durante l’incontro sarà siglato l’accordo tra le parti.
Presenti alla conferenza stampa: l’assessore al Mercato del Lavoro della Provincia Cosenza, Donatella Laudario, il Direttore Inail Calabria, Mario Lo polito, il Presidente ente Scuola e Presidente Ance Calabria, Francesco Cava, il Direttore della Scuola edile, Ninì Venuto, il prof. Avv. Michele Grande, Dirigente scolastico ITCG Rossano-Corigliano, i segretari provinciali Filca Cisl, Fillea CGIL e Seneal UIL .
“E’ necessario approcciarsi con un atteggiamento diverso proponendo i grandi temi della sicurezza e della legalità nei posti di lavoro a coloro che oggi studenti, entreranno domani a far parte del mondo occupazionale – spiega l’assessore provinciale al Lavoro Donatella Laudadio – noi adulti siamo a un bivio: o seminiamo bene diffondendo una cultura diversa, un approccio nuovo al tema del lavoro o la situazione non cambierà, e continueremo ad assistere impotenti a gravi incidenti e drammi collettivi – e conclude – la Provincia di Cosenza intende avviare una serie di progetti per educare gli studenti formandoli su temi che li coinvolgeranno in futuro in prima persona. Occorre formare le coscienze e i lavoratori di domani”.
Il protocollo d’intesa mira ad offrire ai giovani prossimi all’ingresso nel mondo dell’occupazione un’opportunità per sistematizzare le teorie e tecniche per una corretta esecuzione delle attività lavorative, in un’ottica di prevenzione degli infortuni e tutela della salute, sia individuale che collettiva. Un progetto che crea la collaborazione inter-istituzionale mediante intese tra sistema formativo, formale e della formazione professionale continua. E’, dunque, la scuola, nel suo complesso, il luogo dove affrontare la problematica inerente alla cultura della sicurezza in tutti gli aspetti personali della vita dello studente.
In effetti, un primo intervento sperimentale si è realizzato, nell’anno 2007-2008, in due importanti istituti tecnici per geometri delle città di Cosenza, Corigliano e Rossano, un’esperienza di formazione che ha prodotto risultati molto soddisfacenti. 130 ragazzi delle quinte classi, corpo docente e dirigente dei due istituti coinvolti hanno fatto della sperimentazione attuata un esempio di best practices nel panorama della formazione e delle sinergie istituzionali.

Lascia un commento