Grave allarme per la frana di Verbicaro

0
212

Il sindaco di Verbicaro ha firmato l’ordinanza di demolizione di due palazzi – uno di 4 piani e uno di sei piano – costruiti negli anni sessanta e definitivamente compromessi dal vasto movimento franoso che investe l’abitato di Verbicaro.
I due palazzi sono localizzati in rione Pantano, all’ingresso del paese, e insistono sulla strada provinciale con il rischio di isolare l’abitato in caso di crollo.
Oltre alle due ordinanze di demolizione il sindaco Spingola ha emanato una ordinanza di sgombero di un altro fabbricato di 5 piani anch’esso localizzato nel rione Pantano.
La situazione è molto grave poiché il Comune di Verbicaro non ha i mezzi finanziari per affrontare queste demolizioni ed altre che interessano anche il centro storico avendo già affrontato, nei mesi scorsi, la demolizione di un fabbricato di 5 piani – sempre in rione Pantano – con un costo rilevante per il Comune.
La Regione Calabria è allostato latitante e non ha messo a disposizione le somme necessarie per fronteggiare l’emergenza in tutti i suoi aspetti – demolizioni, assistenza alle famiglie sgomberate, eventuale iattazione e/o demolizione dei fabbricati pericolanti, ricostruzione di alloggio per le famiglie alle quali viene demolito ecc.-..
Per fare fronte immediatamente al grave problema inerente la sistemazione delle famiglie sgomberate, sia dal Sindaco che dal Prefetto di Cosenza, hanno chiesto all’ATERP di mettere a disposizione del Comune gli alloggi vuoti occupati in maniera impropria da persone che li usano come magazzini.
Questa ordinanza di sgombero segue una ordinanza del …con la quale veniva sgomberata una famiglia in via San Giacomo – centro storico – e non è escluso che ne seguano delle altre nei giorni a venire sia nel centro storico che nel rione Pantano.
I cittadini interessati dalla situazione di emergenza intendono costituirsi in comitato al fine di smuovere le autorità regionali e nazionali al fine di ottenere certezze per la iattazione e/o ricostruzione degli immobili compromessi dalla frana.

Lascia un commento