Il presidente della Nuova Pro Loco Tolmezzo Gianni Martin assume il ruolo di direttore organizzativo di Folkest

0
1192

Incarico di prestigio per il Presidente del sodalizio tolmezzino che da alcuni giorni ha iniziato a collaborare ufficialmente con Andrea Del Favero e lo staff che cura la trentennale rassegna internazionale di musica folk del Friuli Venezia Giulia, iniziata nella sua edizione 2011 proprio in questi giorni con grandi cantanti e gruppi provenienti da tutto il mondo, affiancati da nuovi talenti alla ricerca del successo, peculiarità storica del festival.

Gianni Martin, nato nel 1957, 54 anni, dei quali 35 come operaio della Cartiera Borgo Group di Tolmezzo, ha da sempre nel suo Dna la passione per la musica. Cultore di diversi generi musicali, su tutti amante della musica progressiva degli anni ’70, dal 1979 al 1995 è stato chitarrista del gruppo folk “Carnia Sound”. Tra i suoi incarichi anche quello di segretario del gruppo CB locale dal 1982 mentre dal 2000 al 2007 è stato organizzatore sporadico di diversi eventi in Alto Friuli che gli hanno fatto acquisire e maturare l’esperienza giusta da poter spendere, dal 2008 a oggi nella veste di presidente della Pro Loco Tolmezzo. Per conto di Folkest Gianni Martin svolgerà il ruolo di direttore organizzativo, collaborando con il direttore artistico Andrea Del Favero nella predisposizione logistica delle serate musicali.

“Si tratta di un mandato che mi riempie di orgoglio e soddisfazione – commenta Martin – per questo ringrazio chi mi ha voluto fortemente nello staff; credo sia anche un riconoscimento a quanto abbiamo costruito musicalmente nel nostro territorio a livello musicale negli ultimi anni (presenze tra gli altri di Paolo Fresu, Claudio Rocchi, Paolo Tofani, Angelo Branduardi, Eugenio Finardi, James Thompson Project…). Un incarico che porta anche grandi responsabilità e dispendio di energie – aggiunge Martin – condurrò comunque fino a scadenza il mio mandato alla presidenza della Pro Loco Tolmezzo, facendo sempre affidamento sulla grande collaborazione del consiglio che mi onoro di presiede e dei volontari con i quali collaboro da tempo e con i quali abbiamo penso creato un qualcosa di importante per tutta la nostra città e la nostra comunità”.

Lascia un commento