Montino: “Il Porto Turistico di Fiumicino per il rilancio degli investimenti”

0
188

La Regione Lazio ha dato il via libera alla realizzazione del porto turistico di Fiumicino. Esterino Montino, assessore all’Urbanistica e vicepresidente della Giunta Regionale del Lazio illustra l’iniziativa.

Quali sono i punti forza del progetto?

“Il Porto Turistico di Fiumicino è il primo d’Italia a essere ecosostenibile e costituisce un fiore all’occhiello nel Piano dei Porti della Regione Lazio. Inoltre, è il più grande previsto nella rete di portualità del Paese. Questi tre elementi spiegano da soli l’importanza del progetto che, proprio in questa difficile fase per Fiumicino (mi riferisco sia alla crisi che economica che coinvolge tutto il paese, sia in particolare alla vicenda Alitalia) costituisce una risposta concreta per il rilancio degli investimenti e per la creazione di nuove opportunità di lavoro, in un’ottica di sviluppo economico che migliora la qualità della vita delle persone nel rispetto dell’ambiente. Non dimentichiamo che, in termini di posti di lavoro, sono previsti 650 unità annue durante i lavori e circa 2.200 a regime. Saranno, inoltre, riqualificate le aree adiacenti al porto”.

Che caratteristiche avrà il primo porto ecosostenibile d’Italia?

“Fatto assolutamente innovativo nel panorama italiano, il cantiere navale sarà il primo a sperimentare l’utilizzo del rifornimento a idrogeno per l’alimentazione dei motori marini. Le costruzioni saranno tutte realizzate secondo tecniche di bioedilizia e con materiali a basso impatto ambientale, con materiali rinnovabili e impianti di risparmio energetico. La gestione dei cantieri e dei servizi portuali sarà portata avanti secondo le norme di certificazione ambientale UNI EN ISO 14001 che garantiranno la sostenibilità per l’ambiente del progetto in ogni singolo settore”.

In che modo il progetto del porto costituisce un’occasione per la riqualificazione dell’area circostante?

“I lavori per il porto turistico di Fiumicino saranno realizzati dalla società Iniziative Portuali che dovrà seguire anche l’adeguamento della viabilità, la sistemazione delle aree verdi e la riqualificazione nelle zone adiacenti al Porto. Tre gli assi di collegamento viario al Porto che saranno interamente ristrutturati e adeguati: il lungomare della Salute per la realizzazione di un lungomare unitario dal Porto Canale al Faro; via Lorenzo Bezzi per il collegamento tra il Porto e il centro urbano di Fiumicino e via Costa Lunga insieme a via Monte Cadria per il collegamento secondario con Ostia. Il progetto è collocato nelle aree del demanio marittimo mentre le parti retrostanti che appartengono al demanio regionale e un’area Sic Sito d’Importanza Comunitaria dovranno anche essere riqualificate dal punto di vista urbanistico con la realizzazione del Parco Fluviale e del Parco Urbano. Per le aree prossime alla parte urbanizzata di Isola Sacra potrà essere prevista inoltre un’adeguata sistemazione dell’attività cantieristica locale”.

da: regione.lazio.it

Lascia un commento