Tarquinia, Pd: “Siamo Uniti”

0
212

Dal Pd di Tarquinia riceviamo e pubblichiamo

Capisco che in agosto la tiratura dei quotidiani cali fisiologicamente e quindi c’è bisogno di gossip.

Le notizie sulle misteriose diatribe all’interno del PD di Tarquinia vanno però oltre il chiacchiericcio tipico dei giornali scandalistici.

Come sta il PD lo dimostrano i risultati ottenuti nelle ultime elezioni amministrative, nella compattezza per eleggere la nuova segreteria e il direttivo e nel buon funzionamento delle due Amministrazioni, dove il PD governa insieme ad altre forze politiche. Forze con cui ha un rapporto ottimo e i cui risultati di collaborazione sono evidenti.

Sullo scontro generazionale il problema non riguarda il PD che, senza scontri ma con un’evidente strategia dl rinnovamento, ha candidato alla Provincia di Viterbo Armando Palmini, ha confermato all’Università Agraria il presidente Alessandro Antonelli, ha proposto come segretario provinciale Alessandro Dinelli e alla segreteria locale ha eletto la sottoscritta e altre figure giovani.

Quindi la polemica la rimandiamo al mittente perché non riguarda il PD. Sulla candidatura del sindaco, comprendo che ci sono altri partiti ancora alle prese con tale questione e quindi aprire un fronte anche nel PD sarebbe interessante da un punto di vista giornalistico.

Sul nome di Mauro Mazzola non c’è stata mai discussione, così come per Antonelli.

Per le prossime elezioni comunali nessuna controversia. abbiamo molta di gente comune, liberi professionisti, artigiani, commercianti, di persone stimate della società civile, che ha riconosciuto il grande lavoro svolto in questi anni e pronte a sostenere l’Amministrazione e la figura del sindaco uscente. Capisco che quando in un partito tutto va bene e tutto rientra nell’ambito di una democratica dialettica politica, occorre trovare “il pelo nell’uovo” per accendere qualche dissapore.

Purtroppo, per i pochi detrattori rimasti, il PD di Tarquinia sta bene e gode di ottima salute.

Le sue porte sono aperte a tutti sia in ingresso sia in uscita.

Perciò se qualche caso si è verificato, rientra nel normale gioco dei singoli personaggi che, nel bene o nel male, la politica possiede e dovrebbe farne a meno.

Lascia un commento