Tarquinia, donate due frigoemoteche al reparto di Ostetricia e Ginecologia

0
168

Tarquinia – Ancora un’iniziativa a sostegno dell’ospedale di Tarquinia. Il sindaco Mauro Mazzola ha partecipato il 19 marzo alla cerimonia di consegna di due frigoemoteche per conservare e trasportare il sangue prelevato dai cordoni ombelicali delle puerpere. L’attrezzatura è stata donata dalla Fondazione Cariciv al reparto di Ostetricia e Ginecologia. All’iniziativa hanno partecipato il presidente della Fondazione Cariciv avv. Vincenzo Cacciaglia, i direttori sanitari dell’Ausl di Viterbo e del presidio Dott.ssa Marina Cerimele e dott. Franco Bifulco e il primario Antonio Perugini. «L’ospedale non si tocca. – ha detto il primo cittadino – La battaglia contro la chiusura andrà avanti fino a dicembre 2012. Stiamo lavorando in modo efficiente e onesto. Dobbiamo fare i numeri, per dimostrare alla Polverini che questa struttura è fondamentale per il territorio».

«Questo nuovo traguardo è stato raggiunto con il sostegno della Fondazione Cariciv e dell’Amministrazione – ha spiegato il dott. Perugini – Agire in sinergia è fondamentale per ottenere buoni risultati. Grazie alla perseveranza e alla professionalità degli operatori del reparto e dell’aiuto della Croce Rossa il progetto del sangue del cordone ombelicale sta dando grandi risultati». Soddisfatto il presidente avv. Cacciaglia, che ha sottolineato la vicinanza della Fondazione Cariciv al territorio e l’importanza di sostenere questo tipo di iniziative. Il direttore dott. Bifulco ha definito l’ospedale «come uno dei più funzionali del Lazio, grazie all’unità d’intenti tra Fondazione Cariciv, Comune, Croce Rossa, il personale medico e infermieristico».

Lascia un commento