Rassegna Internazionale di Musica Organistica

0
164

Ritorna, come da tradizione, questa sera, la Rassegna Internazionale di Musica Organistica, ossia gli “itinerari musicali 2009 alla scoperta di suoni antichi”. Tredici concerti a cadenza (quasi) giornaliera dal 1 al 15 agosto, organizzati da Luisella Ginanni Traverso tra i fondatori ed ora presidentessa dell’Associazione Musicale Amici dell’organo di Genova.
Un percorso che toccherà pregevoli luoghi artistici inseriti in affascinanti contesti naturalistici come le chiese di Finalmarina (SV), Chiavari, Finalborgo (SV), Sestri Levante, Zoagli, Sori, Calvisio, Rapallo, Savona, Riva Trigoso, S. Margherita Ligure dove sono presenti pregevoli organi storici. E che vedrà esecutori, organisti giunti da ogni parte del mondo, Irenee Peyrot (Francia), Monica Melcova (Slovenia), Juan Maria Pedrero Encabo (Spagna), Liuwe Tamminga (Olanda) e nostri connazionali, Davide Pozzi, Angela Amodio, Felix Marangoni, Alfonso Fedi, Francesco Tasini. La manifestazione è stata realizzata grazie alla sensibilità e al contributo della Compagnia di San Paolo, della Provincia di Genova finanziata con fondi delegati dalla Regione Liguria. Con il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Savona e di tutti i comuni ospitanti. Con la preziosa collaborazione dei Vescovi delle Diocesi di Chiavari e Savona, i Parroci delle Chiese e le Confraternite degli Oratori ospitanti e l’“Istituto Diocesano di musica G.B. Campodonico”.

Per la prima volta in trentuno anni di collaborazione con la Diocesi di Savona, si farà tappa a Finale Ligure (sabato 1 agosto a Finalmarina e lunedì 3 agosto a Finalborgo, lunedì 10 agosto a Calvisio) e nella Cappella Sistina di Savona (mercoledì 12 agosto) – che custodisce uno strumento del 1767 costruito dall’organaro ligure Pittaluga il cui restauro si è concluso nel 2008 ad opera dell’organaro ligure Graziano Interbartolo. Il restauro dell’organo della Cappella Sistina di Savona, assieme a quello dell’organo gemello di San Bernardo in Valle, inaugurato nel 2005 da Gustav Leonhardt, ha permesso l’approfondimento di un settore della scuola organaria ligure, in particolare della figura di Pittaluga, che operava nel centro storico di Genova durante gli anni in cui era Doge il savonese Francesco Maria della Rovere, mecenate ed autore del rifacimento settecentesco della Cappella Sistina, e finanziatore degli organi della Sistina stessa e della Cattedrale di Savona.
Il concerto dell’organista tedesco Jurgen Essl che si terrà, invece, a Zoagli (sabato 8 agosto), prevede l’impiego di un organo di nuova costruzione, opera della Bottega Organaria Lanzini-Dell’Orto, inaugurato nel dicembre 2008 e particolarmente adatto all’esecuzione del periodo tardo barocco e primo romantico tedesco.
Di particolare rilevanza, inoltre l’appuntamento di venerdì 14 agosto presso l’Oratorio di N. S. del Suffragio, in quanto in questa occasione con il concerto di Liuwe Tamminga (tra i massimi esperti del repertorio organistico italiano del Cinque e Seicento) verrà inaugurato l’organo Giovannini/Roccatagliata del 1688 – il più antico della Liguria – che tornerà a far sentire la sua splendida voce dopo il restauro. Si segna così la conclusione dei restauri di tutti gli organi storici della cittadina, avviati e compiuti nell’arco temporale di attività dell’Associazione. Il concerto sarà preceduto, nella stessa giornata – con inizio alle ore 17.30 – da una tavola rotonda alla quale parteciperanno la Dottoressa Acordon della Sopraintendenza ai beni Storici ed Artistici della Liguria, gli organari Massimo Lanzini e Carlo dell’Orto (autori del restauro), il Maestro Davide Merello, organista titolare della Basilica di S. Margherita, ed il prof. Enrico Ravina (professore ordinario di Meccanica applicata presso il Dipartimento di Meccanica e costruzione delle macchine dell’Università di Genova) il quale presenterà i risultati di una ricerca condotta durante il rimontaggio dello strumento finalizzata ad acquisire sperimentalmente elementi di conoscenza sulla risposta vibratoria ed acustica dell’organo stesso.

Gli Amici dell’Organo” hanno svolto un ruolo importante nella diffusione della conoscenza della musica organistica e nella valorizzazione del patrimonio organario di Genova e della riviera ligure.
La direzione artistica, di Luisella Ginanni, Presidentessa dell’Associazione Amici dell’Organo, ha da sempre optato sulla scelta di programmi musicali contenenti non soltanto importanti capolavori ma assai spesso anche repertori desueti scegliendo, interpreti altamente qualificati. La costanza ha fatto sì che questa rassegna concertistica abbia acquisito nel tempo crescente prestigio a livello nazionale ed internazionale, e il sostegno e il riconoscimento di Enti Pubblici e Privati.

Lascia un commento