Terzo appuntamento per Milano Suona

0
267

Terzo appuntamento per Milano Suona che, dopo Tricarico e Cesare Malfatti, lascia il testimone a due genovesi doc, Giua e Armando Corsi, che con Milano hanno molte connessioni e non solo lavorative!

“Milano per me inizia già in treno, quando lascio Genova; è la metropolitana ed è il mio primo disco in studio, con Beppe Quirici. E’ andare a dormire passando lungo il naviglio, sono gli alberi dorati di piazzale Gorini.” Giua

“Ho un ricordo di Milano, via Mecenate, lo studio di registrazione Mornig. Stavo registrando per uno dei più bei dischi di Ivano Fossati, Lindbergh. Milano sono le tante tante notti passate in studio.” Armando Corsi

Giua e Armando Corsi sono le due anime di “TrE”, un nuovo progetto discografico che vede la partecipazione di ospiti del calibro di Jaques Morelenbaum, Fausto Mesolella, Mario Arcari, Riccardo Tesi, Marco Fadda e Claudio Taddei, uscito per l’etichetta EGEA il 23 gennaio 2012.
“TrE” non è un semplice album: è l’incontro di due generazioni. Due vite che crescono insieme e si raccontano. Due viaggi musicali diversi ma vicini, che ad un certo punto hanno scelto di intrecciarsi.
Quando Giua ancora bambina si è appassionata alla musica grazie al padre, Armando Corsi aveva già alle spalle una carriera segnata da collaborazioni importanti come quelle con Paco De Lucia, Eric Marienthal, Anna Oxa e Ivano Fossati. Proprio in virtù di questa fama, all’età di 17 anni Giua ha deciso che Armando doveva essere il suo maestro di chitarra. Ha avuto così inizio un lungo sodalizio fatto di parole, scambi, confronti, tournée
e concerti, grazie ai quali il maestro e l’ormai ex allieva hanno potuto sviluppare un’intesa artistica praticamente perfetta. “TrE” nasce dalla voglia di dare voce e visibilità ad esperienze musicali e di vita comuni.
Il primo disco contiene quindici inediti che hanno i colori del Mediterraneo, del Sudamerica e dell’Africa, pur affondando le radici nella tradizione della scuola cantautorale genovese.
Nel secondo, il viaggio di Giua e Corsi continua con sei cover di brani immortali. Alla magia delle chitarre e degli altri strumenti si aggiungono i suoni di una Babele di lingue: dall’italiano allo spagnolo, dal napoletano al ligure.
Non c’è dubbio che i protagonisti di questo progetto siano, appunto, tre: Giua, Corsi e la Musica.
La veste in cui “TrE” si manifesterà in tutte le sue sfaccettature sarà quella live. È fin troppo evidente quanto i due artisti, mentre suonano insieme, si divertano un sacco e quanto non pensino un solo istante di tenere per loro questa allegria. Il pubblico, ciò che rende ogni concerto sempre unico ed irripetibile, diventa infatti parte imprescindibile del loro spettacolo.

In questa occasione avranno il piacere di ospitare sul palco:

Claudio Taddei (Ospite nel cd della Bonus track “Volver”), musicista polistrumentista, cantautore e pittore che ha portato avanti la sua carriera tra il Sud America e la Svizzera. Alle sue spalle una produzione di 8 dischi e attualmente in uscita il nuovo registrato all’Auditorium della RSI di Lugano. Tra le sue collaborazioni: Fito Páez, Luis A. Spinetta, Ketama, Charly Garcia, Eugenio Bennato.

NOEZHAN con Martina Bacigalupo e Evrard Niyomwungere (Ospiti nel cd nella canzone “qui sul collo e sull’orecchio”)
I Noezhan, sono un gruppo di amici che si sono messi insieme per partecipare al disco. Alcuni fanno parte dei “Lion Story” un gruppo reggey coraggioso che, in un contesto politicamente complesso come quello burundese, parlano al popolo intero, proclamando libertà, amore e giustizia. Martina Bacigalupo e Evrard N, insieme ad altri, fanno parte di un gruppo di giornalisti che lavora in Burundi e che si batte per la libertà d’espressione.

Lascia un commento