Milano: ore 19 manifestazione pro Marò

2
215

Londra – Questa sera alle ore 19.00 in Piazza Missori a Milano, vi sarà una pacifica manifestazione patriottica, organizzata dal neonato “coordinamento per la sovranità”, per la liberazione dei due Marò italiani. Trattasi di una manifestazione politica ed apartitica, alla quale hanno aderito diverse sigle della destra nazionale, popolare e sociale che parteciperanno portando, oltre al tricolore, le proprie bandiere ed insegne di appartenenza.

“Questo infame governo cagoia, di banchieri e massoni, ha tradito i nostri militari ed umiliato il nostro popolo, di fronte al mondo!” ha dichiarato senza mezzi termini il “barone nero” Roberto Jonghi Lavarini, storico e vulcanico esponente della destra milanese, aggiungendo: “Dobbiamo batterci, con forza, per la nostra libertà, dignità e indipendenza nazionale, politica ed economica, monetaria e militare”.

Jonghi ha concluso con una minaccia apocalittica: “Oggi gli Italiani manifestano ancora pacificamente ma la misura è colma e la pazienza veramente finita e si rischia una sollevazione popolare, una vera e propria rivoluzione dei popoli europei contro gli usurai, gli speculatori ed i parassiti della plutocrazia mondialista ed i loro servi dei partiti cosidetti democratici”.

2 Commenti

  1. Mio malgrado, sono costretto ad un breve replica anche in questa sede pubblica. Con Francesca Caricato mi sono definitivamente chiarito, già ieri, precisando che non mi sono “appropriato” di nulla ma, molto più semplicemente, ho liberamente espresso il mio legittimo parere sulla vergognosa vicenda dei due Marò italiani e, più in generale, sulla neccessità di difendere la nostra sovranità nazionale. Non solo, nulla c’entro con il “coordinamento costituente della sovranità”, al quale, comunque, guardo con assoluto rispetto ed attenzione, ma preciso di non ricoprire alcuna carica politica e di non essere iscritto a nessun partito. Sono un semplice, per quanto combattivo, orgoglioso e conosciuto, “Militante della Tradizione”.

  2. Tengo a precisare a nome del Coordinamento Costituente della Sovranità che il sig. Roberto Jonghi Lavarini non ha mai partecipato ai lavori del neonato Coordinamento Costituente della Sovranità e quindi non ha nessun titolo per rivendicare nè la manifestazione, nè la sua appartenenza al Coordinamento. Inoltre, non è mai stato presente nemmeno alla manifestazione. Ci distanziamo da tentativi di appropriazione di paternità da parte di gente che evidentemente ha interesse a distorcere fini e metodi del neonato Coordinamento che è stato creato dalla Base e che sta raggruppando diverse formazioni di “destra”. Valuteremo eventuali azioni legali nei confronti del “barone”. Cordiali saluti

Lascia un commento