Sardegna, in crisi il turismo

0
109

“Sarà semplicemente la sfortuna dovuta alla congiuntura economica, o forse ci hanno messo molto del loro questi amministratori di centro-destra, fatto sta che dopo vari mesi la Sardegna non sembra proprio tornare a sorridere, trascinando con sé anche un comparto che sembrava invulnerabile come quello del turismo”. Questa l’opinione del responsabile per la Sardegna dell’Italia dei Diritti Federico Gandolfi all’allarme lanciato dalla Federalberghi sul preoccupante calo di presenze di turisti nell’isola, settore che ha sempre resistito alle crisi, e l’ansia sulle pericolose ripercussioni economiche che questa situazione comporta. Spiega l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “Impossibile non ricordare le responsabilità di chi ha consapevolmente deciso di spostare all’ultimo minuto uno dei più importanti vertici mondiali, mettendo in difficoltà migliaia di imprese del turismo e dell’indotto che in precedenza addirittura erano state cooptate per l’evento. Se aggiungiamo a questo – conclude polemico Gandolfi – gli scandali e le incertezze legati alla promozione dell’immagine, la decisione di avviare la campagna promozionale in piena estate quando le persone hanno già scelto la meta delle proprie vacanze, l’abolizione populista di ogni tassa e contributo per i super-ricchi, capiamo perché ci stiamo trovando nel mezzo di una tempesta perfetta avendo rinunciato alle poche risorse disponibili e guidati da persone senza idee”.