Mafia, Cirillo: “A Palermo vie intestate alle vittime della criminalità organizzata”

0
175

Il vice capo della polizia, Francesco Cirillo – a Mestre per le iniziative del ‘Memory Day’ in ricordo delle vittime di mafia e terrorismo -, propone al sindaco di Palermo che ”al posto delle targhe stradali che inneggiano a vecchie nobilta’ colluse con la mafia” venga messo ”il nome delle vittime della criminalita’ organizzata. Cosi’ alla fine si finisce di fare qualche fiction che inneggia al ‘capo dei capi”’. Cirillo, ricordando che fece questa proposta quando per tre anni era stato questore di Palermo, sottolinea che la fiction e’ stata ”una cosa indegna: il ‘capo dei capi di chi? – si e’ chiesto – dei vigliacchi, degli assassini, di chi colpisce alle spalle”. Cirillo, ricordando di essere stato con il questore di Venezia Fulvio Della Rocca compagno di corso nella scuola di polizia di Nini’ Cassara e Alfredo Albanese, ha poi rivolto un appello ”a quelli che stanno laggiu’ di aiutarci, come i ragazzi di Calatafimi che hanno applaudito la polizia. Una volta – ha detto – chiudevano le finistre quando passavano i poliziotti, oggi la Sicilia di quei ragazzi dal volto pulito e’ il segno piu’ forte che la societa’ civile, non la societa’ incivile dell’omerta’, sta a fianco a quelli in uniforme”.