Ancora roghi di rifiuti a Palermo, l’indignazione di Soldà

0
284

Palermo – Continua l’emergenza rifiuti a Palermo e in provincia. Da settimane ormai la raccolta va a rilento causando l’accumulo di spazzatura e il proliferare di minidiscariche.

L’esasperazione dei cittadini del capoluogo siciliano si è scatenata la scorsa notte in ore di tensione e incendi nel quartiere Guadagna a Villagrazia e in viale Francia. A fuoco anche una minidiscarica a Partinico, nel Palermitano.
Sulla questione è intervenuto Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Non si riesce a mettere una pietra sopra l’emergenza rifiuti a Palermo; chi paga lo scotto dell’inefficienza dei servizi sono i cittadini che devono tutti i giorni respirare i miasmi puzzolenti dell’immondizia e sopportare la visione delle microdiscariche. Gli amministratori si mettano una mano sulla coscienza, se hanno realmente interesse per il territorio, mettendo in atto sinergie per affrontare il fenomeno”.

Oggi il sindaco Diego Cammarata incontrerà Giuseppe Romano, Salvatore Sorbello e Paolo Lupi, i tre commissari chiamati dal ministero alla guida di Amia per fare il punto sulla questione.

“Siamo nel pieno di un’emergenza, di una non-raccolta” – continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -: non riferendoci alla differenziata, ma proprio alla mancata raccolta del pattume. In un momento in cui proponiamo il nostro Paese per ospitare le Olimpiadi e altre manifestazioni internazionali tutto ciò è decisamente anacronistico, ci fa regredire a livelli da Terzo Mondo”.

Lascia un commento