“Musica&Natura” nell’Area Naturale Protetta Bosco di Sargiano

0
784

Prenderà il via venerdì 19 giugno la rassegna “Musica&Natura nell’Area Naturale Protetta Bosco di Sargiano. Il ciclo prevede ogni volta un’escursione naturalistica seguita da un concerto musicale di notevole prestigio.

A breve distanza dal centro di Arezzo, sarà possibile percorrere un affascinante itinerario sulle pendici del Monte Lignano nel versante che affaccia sulla pianura aretina.

L’integrità di un singolare bosco di Rovere annesso ad un antico complesso conventuale Francescano e l’esplorazione diretta in ambiente montano fino a raggiungere la vetta del Monte a più di 800 metri, forniscono due splendide occasioni per trascorrere un pomeriggio estivo. I percorsi guidati presentano motivi di notevole interesse naturalistico, storico e paesaggistico e risultano adatti anche ai bambini. La sera, il Bosco di Sargiano, sarà la cornice ideale per l’appuntamento con il concerto dal titolo “Il dolce suon” con M. Ferrari al flauto, P. Baldani al violoncello e D. Burani all’arpa.

Al termine è prevista una degustazione di prodotti gastronomici tipici.

Il ritrovo è per le ore 15.30 nel piazzale antistante la Chiesa e l’ingresso al Bosco, con partenza servizio navetta per il Monte Lignano. Alle ore 18.15 servizio navetta di rientro a Sargiano dove seguirà la visita guidata all’interno del bosco, dove dalle ore 17.30 sarà a disposizione del pubblico una guida per coloro che fossero interessati solo a visitare quest’ultimo.

L’inizio del concerto è previsto alle ore 19.45 nell’area antistante il Convento di Sargiano. La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria per la salita al Monte Lignano. Per informazioni: Comune di Arezzo (servizio gestione forestale) tel. 0575 901157, Associazione “il Viottolo” tel. 338 8793918. L’iniziativa fa parte del programma “Alla scoperta delle Aree Naturali Protette della Provincia di Arezzo 2009” che beneficia del contributo della Regione Toscana ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Arezzo e con l’Associazione Guide “Il viottolo”.

Lascia un commento