La contrada di San Donato vince “A Tavola con il Nobile”

0
200

vino-nobile-di-montepulciano-sbuga-mdg-077Con “Ficaroli (ravioli ai fichi) al Vino Nobile” in abbinamento con il Nobile 2006 de Le Berne e “Cinghiale in umido al cacao amaro”, abbinato al Vino Nobile 2006 Dei, la Contrada di San Donato si è aggiudicata la settima edizione del premio enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, il concorso ideato sette anni fa dall’inviato del Tg2 Bruno Gambacorta. Con le numerose novità del regolamento, tra cui proprio l?accostamento di una etichetta che meglio si abbina al piatto, l?edizione 2009 del premio ha dimostrato un interesse sempre maggiore da parte delle contrade che con le loro ricette hanno potuto anche per questa volta recuperare un pezzetto di storia enogastronomia di Montepulciano.

E, secondo quanto prevede il nuovo regolamento, nel corso di questa settimana i piatti in gara potranno essere degustati anche dai frequentatori delle prelibate mense di contrada, diventando dunque autentico patrimonio condiviso delle migliori abitudini alimentari.

“E’ bello vedere come le contrade a una settimana dalla corsa con le botti siano così impegnate per questa iniziativa – ha affermato il presidente della giuria e ideatore del premio, Bruno Gambacorta – e questo conferma che il senso della manifestazione è stato colto dalle contrade”.

Successo anche dal punto di vista della partecipazione dei giurati, oltre 20 giornalisti provenienti da tutta Italia, che con la loro professionalità hanno permesso di animare le due giornate del premio che si è concluso con la tradizionale cerimonia di premiazione avvenuta come di consueto in concomitanza con la presentazione del Panno del Bravìo che domenica prossima andrà alla prima contrada che arriverà con la botte in Piazza Grande. “Una manifestazione che è colta in positivo da tutta la collettività di Montepulciano – ha detto il presidente del Consorzio Federico Carletti – e che proprio con il passare degli anni coinvolge un importante realtà come quella del Magistrato delle Contrade in un evento in cui il protagonista è il Vino Nobile di Montepulciano”.
Madrina del premio la show girl Sara Varone.

Si chiude così anche la settima edizione di “A Tavola con il Nobile”, manifestazione che anno dopo anno permette alla storia enogastronomia del territorio di ricomporsi intorno al prodotto per eccellenza, il Vino Nobile di Montepulciano, divenendo per le contrade del Bravìo delle Botti un entusiasmante “tavolo” di scontro prima della fatidica gara dell’ultima domenica di agosto.
L’appuntamento è ora per la ottava edizione che, a detta del presidente Bruno Gambacorta, si preannuncia sempre più scoppiettante.
L’albo d’oro di A Tavola con il Nobile annovera le seguenti contrade: San Donato, Collazzi (due volte), Gracciano, Voltaia, Cagnano e di nuovo San Donato.

Lascia un commento