“Dire e Fare” dal 17 al 20 novembre alla Fortezza da Basso

0
327

Vetrina sulle migliori pratiche del governo locale, “Dire e Fare” si svolge alla Fortezza da Basso di Firenze dal 17 al 20 novembre 2010 (programma completo e aggiornato su www-dire-fare.eu). Nell’edizione 2010 piu’ spazio ai giovani con il percorso SottoVenti, in cui legalita’, educazione ambientale, scienza e tecnologia si incontrano con i titolari delle “giovani cittadinanze”.

«E’ cosa buona che i giovani trovino un loro spazio in una rassegna che non solo invita a “dire” ma
impegna tutti a “fare” per migliorare i rapporti tra amministrazione pubblica e cittadini». Cosi’ Stella Targetti, assessore all’Istruzione e vicepresidente di Regione Toscana, nel presentare la tredicesima edizione di “Dire e Fare”, rassegna dell’innovazione nella pubblica amministrazione promossa da Anci e Regione Toscana.

Secondo Sabrina Sergio Gori, sindaco di Quarrata e vicepresidente vicario di Anci Toscana, la reazione alla crisi e il rilancio dell’economia partono necessariamente da una rivalutazione del ruolo degli enti locali e delle loro attivita’. «Un sistema delle autonomie messo in ginocchio dai tagli – aggiunge, non e’ una soluzione alla crisi ma un rischio per i cittadini, per la qualita’ della loro vita e per i loro diritti, che mina quei principi di solidarieta’ e di collaborazione che da sempre reggono la nostra societa’».

Sottolineando il ruolo cruciale dell’innovazione per reagire alla crisi, Marcello Bucci, direttore della rassegna, la definisce «uno strumento di confronto. Punto di forza di Dire e Fare, che la differenzia dalle altre mostre di questo tipo dedicate alla Pubblica amministrazione, e’ la capacita’ di parlare a mondi diversi: terzo settore, bambini, famiglie, giovani».