Futuro e Libertà Toscana, prima assemblea degli eletti e del coordinamento regionale

0
125

A Montecatini Terme (Le Panteraie), sabato 20 novembre dalle ore 10.30 alle 18 la prima Assemblea degli eletti, dei Promotori dei Comitati provinciali e dei membri del Coordinamento regionale di Futuro e Libertà Toscana

Dopo la prima fase costituente – afferma Angelo Pollina, Coordinatore regionale di FLI Toscana – parte da Montecatini (presso il Club Le Panteraie) la fase programmatica del Partito in Toscana. Abbiamo chiamato a raccolta gli eletti nelle Istituzioni, i Promotori dei Comitati provinciali e i membri del Coordinamento regionale di Futuro e Libertà per iniziare a gettare le basi della Toscana che immaginiamo e vogliamo.

lo faremo – continua Pollina – consapevoli e rafforzati da quell’entusiasmo e quella voglia di partecipazione che stiamo riscontrando in queste settimane nella nostra Regione. Non solo economia, infrastrutture, welfare o livelli di governance, ma da Montecatini partirà anche una riflessione sugli strumenti di selezione della classe dirigente per le elezioni amministrative della prossima primavera: a partire da una possibile riforma del sistema elettorale toscano che possa riportare nelle mani dei cittadini il diritto di scegliere i propri rappresentanti.

Alla lunga giornata di lavori – prosegue Pollina – prenderanno parte i massimi rappresentanti nazionali del Partito: da Adolfo Urso ad Andrea Ronchi, da Italo Bocchino a Roberto Menia a Flavia Perina che fin da ora ringraziamo del contributo costruttivo che porteranno alla giornata.

I lavori che si apriranno alle ore 10.30 e proseguiranno per tutto il giorno fino alle ore 18 vedono l’inizio con una relazione introduttiva che toccherà inevitabilmente aspetti nazionali ma, la centralità della giornata – conclude Pollina – sarà dedicata alla Toscana, ai suoi cittadini e soprattutto al coinvolgimento fattivo, nell’elaborazione programmatica amministrativa, di quanti – classe dirigente e non – hanno deciso di condividere con noi questo nuovo percorso politico.”