“Vivere l’Oggi costruendo il Domani” il primo libro di Tommaso Soldi

0
292

“Vivere l’Oggi costruendo il Domani” è il primo libro di Tommaso Soldi, un giovane fiorentino che a 16 anni ha scritto di politica (la prima edizione è del 2008). La politica come la intende un giovane italiano.

Oggi tutti noi parliamo di rispetto del prossimo– ha scritto Tommaso Soldi – e delle sue idee politiche o religiose, ma come le nuove generazioni, quelle che un domani saranno al timone dell’attuale e prossima società, possono recepire un tale ed importante messaggio se nello stesso luogo in cui si discute delle stesse tematiche non vi si trova nè rispetto nè apertura: la politica.”

E l’incertezza del futuro che nella mente di Tommaso Soldi e di moltissimi suoi coetanei apre il dibattito verso una società diversa capace di fornire risposte ai suoi giovani.

Questi ragazzi che con tanto entusiasmo ottengono la laurea, che pieni di progetti – scrive Tommaso Soldi – hanno intenzione di farsi una famiglia e una buona carriera, proprio loro che dovrebbero essere a tal punto valorizzati da far sì che le prospettive siano tante, si trovani invece, per anni, in situazioni di attesa e di precarietà, vivendo presso i genitori fino ed oltre i trent’anni e iniziando la loro vita da adulti troppo tardi
Un grido d’allarme, una segnalazione che tutti dobbiamo valutare con attenzione e sopratutto capirla e farsi che dalle parole si passi ai fatti. Ed è questo il compito della politica.
Il libro si apre con due prefazioni di tutto rispetto: Gianfranco Fini e Walter Veltroni. Due politici di razza per un giovane di razza.
Ve lo garantiamo.

Per chi lo vuole acquistare cliccare sullo Store di Italynews.it

L’AUTORE
Tommaso Soldi è nato a Firenze nel 1991, ha frequentato il Liceo Classico Galileo. Nel 2006 ha progettato a scopi solidali con l’attrice Claudia Koll la costruzione di una scuola in Africa. Appassionato di politica ha vissuto nel dicembre del 2007 una profonda esperienza politica al Parlamento Europeo di Strasburgo assieme ad altri 350 giovani provenienti da tutta Italia tra i quali era il più giovane.

Lascia un commento