Tre rugbisti in campo per la Fondazione Meyer

0
199

Roma – L’Italia che piace al mondo ora gioca insieme per dare un futuro ai bambini dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

“Aiutare: l’Infinito del verbo Rugby”. E’ lo slogan condiviso dai nazionali di rugby Sergio Parisse, Martin Leandro Castrogiovanni e Gonzalo Canale, che da oggi sono i testimonial di eccezione per un progetto di salute a favore del Dipartimento di Neuroscienze, polo di eccellenza del Centro pediatrico fiorentino.

I tre moschettieri della solidarietà stringono un patto con la Fondazione Meyer per una meta davvero importante: sostenere una realtà unica un Italia dove i bambini con malattie gravi del sistema nervoso e patologie neurologiche e neurochirurgiche hanno un percorso di assistenza completo.

Affiancati da Drop & Roll, esperienza che vuole diffondere, promuovere e far crescere la cultura del rugby con i valori che questo sport incarna, i tre grandi atleti italiani giocano sul terreno dell’amicizia e dell’aiuto per vincere e far vincere la salute di tanti bambini e delle loro famiglie.

Prima corsa verso la meta sarà la prossima estate in occasione della Drop&Roll Summer Academy che si terrà a Coverciano (Fi) e San Marcellino (Fi) e che durante due settimane riunirà tanti ragazzi che giocano a rugby in Italia per allenarsi coi campioni…divertendosi. L’intero ricavato della partita dimostrativa del fine corso, sarà devoluto alla Fondazione Meyer per affiancare, sostenere e consentire al Dipartimento di Neuroscienze di avviare progetti a favore della salute dei bambini. La manifestazione sarà inoltre sostenuta con il patrocinio del Comune di Firenze, la Federazione Italiana Rugby (FIR),il Comitato Regionale e numerosi sponsor che sostengono questo meraviglioso progetto.

“Il Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Pediatrico Meyer _ dice Tommaso Langiano, Direttore Generale del Centro fiorentino e Presidente della Fondazione Meyer – assicura un percorso assistenziale, clinico e diagnostico completo. Solitamente i genitori dei bambini con malattie gravi del sistema nervoso viaggiano molto alla ricerca di Centri che possano seguirli e spesso arrivano in strutture con la sola Neurologia Pediatrica o la sola Neurochirurgia. Nel DAI di Neuroscienze del Meyer, il confronto sistematico tra neurologi e neurochirurghi consente di offrire un iter diagnostico e terapeutico unico in Italia per il suo equilibrio e per l’appropriatezza medico e scientifica, dando una concreta risposta a tutte queste famiglie”.

Lascia un commento