Nasce il complesso agroforestale regionale “Monti del Chianti”

0
107

Il complesso agroforestale regionale “Monti del Chianti” ha il suo piano di gestione e, più suggestivamente, anche il suo monumento simbolo. Per questo il Presidente della Provincia Roberto Vasai e l’Assessore Andrea Cutini, insieme al Sindaco di Cavriglia Ivano Ferri, hanno voluto che la conferenza stampa di presentazione del piano si concludesse proprio al Forte di Montedomenichi, un bene storico risalente al medioevo che è stato riportato alla luce e ripulito da piante e arbusti grazie al lavoro degli operai forestali della Provincia. “Oggi è un giorno importante, nel quale si raccolgono i risultati di un lavoro che dura da qualche anno -, ha affermato il Sindaco di Cavriglia. Con il passaggio alla gestione della Provincia dei 400 ettari di bosco, infatti, un patrimonio che al so interno anche luoghi simbolici e grandi patrimoni storici può trovare nuova linfa, oltre ad alimentare l’impianto per le biomasse vegetali che sorgerà nell’area industriale di Bomba che userà come combustibile una parte dei materiali del taglio della vegetazione”. Grande soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della Provincia: “ho sempre inteso l’ente Provincia in stretto rapporto e anche al servizio delle necessità dei Comuni, e questo è un bell’esempio di questa collaborazione – ha detto Vasai. La Provincia in questi anni ha acquisito competenze e capacità operative nel settore forestale che sono dimostrate dai fatti e, adesso che le forze in campo ci sono, siamo in grado di operare al meglio”. Un ringraziamento particolare è stato espresso, quindi, proprio al personale dell’ente che ha permesso di realizzare questa operazione sia progettandola che poi operando direttamente sul campo, o per meglio dire nel bosco. “E’ grazie a questo impegno che abbiamo potuto ottenere un risultato così importante – ha sostenuto l’Assessore Cutini. Adesso possiamo creare una gestione produttiva e interessante per il tutto il territorio sfruttandolo anche in maniera moderna, come dimostra l’utilizzo sostenibile della legna nella piccola centrale a biomasse del quale ha parlato il Sindaco. Anche in una giornata bella come questa sono costretto ad esprimere un rammarico: abbiamo ottenuto un finanziamento dell’Unione Europea per l’ulteriore sistemazione, finalizzata alla maggiore fruibilità, del Forte di Montedomenichi ma i vincoli del patto di stabilità al momento ci impediscono di farlo. Speriamo davvero che su questo ci sia un ravvedimento da parte del Governo”, ha concluso l’Assessore Cutini. Alla conferenza stampa ed alla successiva visita al Forte hanno partecipato anche il consigliere provinciale Armando Vannini e l’Assessore Francesco Ruscelli, entrambi cavrigliesi, il Vicesindaco di Cavriglia Marco Roschi e l’Assessore Marco Rinaldi.