Elba, come si viaggia sui traghetti sulla rotta Elba – Piombino e viceversa – Video e foto

Le risposte della Guardia Costiera

0
576

Londra – Non mi piace lasciare le cose in sospeso. Nell’articolo in cui parlavo del modello di comunicazione della Gat (a proposito ora i comuni dell’Elba ora sono diventati 9 e le isole dell’Arcipelago Toscano 6) su due argomenti importanti che interessano i cittadini in questo periodo di Covid-19 (passaggio in garage e numero passeggeri sulla nave) ho chiesto chiarimenti al Comando Generale della Guardia Costiera che mi ha risposto, essendo questioni attinenti traffici marittimi locali, attraverso il CF Petrillo – Comandante della Capitaneria di Portoferraio – che ringrazio personalmente per quanto ci ha risposto.

Domanda: e’ consentito rimanere in auto nel garage della nave senza scendere dal proprio mezzo?

CF Petrillo:“Non emergono particolari elementi di novità rispetto al quadro regolamentare (nazionale ed internazionale) in vigore che non consente in genere la permanenza di passeggeri nei locali garage durante la navigazione; c’è stata invece la disponibilità di una locale Compagnia di navigazione a richiedere una certificazione tecnica per il ponte superiore scoperto di propria nave allo scopo di poter far permanere i passeggeri nelle auto durante la navigazione; a tal riguardo, la proposta della G.A.T. “per alcune corse specifiche, sarà consentito rimanere in auto così da raggiungere la propria destinazione senza scendere dal proprio mezzo” si riferisce probabilmente alla predetta circostanza.

Domanda: chi decide la “portata ridotta” del numero dei passeggeri sulle navi?
CF Petrillo: “Le Compagnie di navigazione locali operanti in questo periodo ad oggi (29 maggio ndr) applicano le disposizioni contenute in Protocolli di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel settore del trasporto e della logistica allegati ai relativi provvedimenti governativi che prevedono, tra l’altro, che “laddove sia possibile, è necessario contingentare la vendita dei biglietti in modo da osservare tra i passeggeri la distanza di almeno un metro”; in ottemperanza a tali protocolli, a bordo delle navi sono indicati i posti utilizzabili attraverso dei bollini sulle postazioni e sono stati attivati presso le biglietterie dei blocchi informatici alla bigliettazione per non superare in eccedenza il numero dei posti utilizzabili.

Le norme ci sono, ma sono rispettate?
Non lo so, non e’ compito di italynews.it dirlo.
Facciamo solo presente cosa dicono le norme vigenti.

Per farvi fare una vostra valutazione ecco due video girati di ieri pomeriggio ed alcune foto riprese a bordo della nave.

Infine possiamo dire che non ci sono cambiamenti sui siti delle compagnie di navigazione in merito a posti utilizzabili sulle loro navi (sono gli stessi prima del Covid-19). Nessuna traccia di blocchi informatici. Ma sono presenti bollini sulle postazioni.

Ai nostri cari amici lettori (i veri padroni del giornale) le valutazioni del caso.

Riccardo Cacelli

Lascia un commento