Il periodo di saldi a Trento è…..tutto l’anno

0
702

Le riduzioni dei prezzi, cioè i tradizionali saldi che riguardavano un ben preciso momento della stagione, senza più limiti di tempo. Questa sorta di rivoluzione, un tentativo di trovare un antidoto alla crisi, è stata introdotto per la prima volta in Italia a Trento. Una nuova legge consente da oggi di effettuare le “vendite di favore” nell’intero arco dell’anno.

Cosa succederà ora?
Si scatenerà una corsa allo shopping nel capoluogo trentino? O per contrastarlo, le altre province, a cominciare da quelle limitrofe, si lasceranno convincere a cedere a “saldo selvaggio”?

L’assessore alla provincia si dice convinto che quello di Trento sarà un modello sperimentale che diventerà presto un esempio da imitare in tutt’Italia. Le regole da rispettare da parte del commerciante sono sostanzialmente due: avvisare comune e camera di commercio almeno 15 giorni prima dell’inizio dei saldi e attuare una pausa di almeno 30 giorni tra un saldo e l’altro. Quanto al resto, massima libertà per l’imprenditore. A partire dalla percentuale di sconto da applicare. Percentuale che quindi, teoricamente, potrebbe essere anche dell’80, 90%.

Cosa dicono i commercianti? Alcuni si dicono favorevoli, altri temono che l’esperimento potrebbe ritorcersi loro contro per la concorrenza spietata della grande distribuzione.