Spumanti Doc e non Doc, valore dell’origine e valore al consumo

0
813

Attualità e Futuro. Ecco i temi del 4° Simposio Tecnico Nazionale del Forum Spumanti&Bollicine 2009. Dopo la Docg del Prosecco di Valdobbiadene e Conegliano e dell’Oltrepo metodo classico rosè, 270 DOCG-DOC italiane possono produrre un vino con le bollicine.
Troppe dice qualcuno.
Il consumatore non riesce a legare Territorio-Tipologia.
L’Ocm sta imponendo modifiche sostanziali al sistema vino nei paesi tradizionalmente produttori d’Europa: occorre pensare alle contromisure del nostro patrimonio nazionale ricchissimo di peculiarità, ma con poche bottiglie per ogni Denominazione, eccetto il Prosecco(160 milioni di bottiglie) e l’Asti (80 milioni). Forum e Simposio sono un insieme di eventi nazionali e internazionali per creare una cultura del confronto, della ricerca e della formazione, per parlare di metodi produttivi e di peculiarità tipologiche diverse,per sostenere un consumo moderno e giovane. Il Forum non è più una semplice mostra o degustazione, ma un consesso autorevole che coordina le diversità di metodo e di tipologia e sottolinea le peculiarità: niente standardizzazione , ma esaltazione del patrimonio made in Italy.

Il Simposio Spumanti&Bollicine è una full-immersion sui vini di nicchia e di territorio che devono attrezzarsi per competere con i colossi francesi e spagnoli, dove qualità e identità fanno la differenza con la partecipazione di 10 Università italiane, lunedì 4 maggio 2009 all’Auditorium Villa dei Cedri, Valdobbiadene, sul tema “Spumanti Doc e non Doc: valore dell’origine e valore al consumo”.

Sono presentate agli oltre 120 tecnici già accreditati alle segreteria le ultime sperimentazioni viticole, l’evoluzione della meccanica dei vigneti, i più innovativi prodotti, infine l’analisi dei fattori che danno il più alto valore aggiunto ad un bottiglia di bollicine. Invitati a parlare i principali docenti e ricercatori universitari delle Facoltà di Agraria di Milano, Piacenza, Bologna, Udine, Trento, Verona, Padova, Portici, Potenza, Teramo, Ancona, Torino e degli Istituti Sperimentali di Conegliano, Asti e San Michele all’Adige.

Sono previsti gli interventi della direzione del Ministero delle Politiche Agricole, del Comitato Nazionale vini Do e Igt, dell’Ispettorato Controllo Qualità, della Commissione Agricoltura Ue e dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino di Parigi – O.I.V. Parigi.

L’iscrizione dei partecipanti avviene attraverso il modulo sul sito “http://www.forumspumantiditalia.it” www.forumspumantiditalia.it
Possono iscriversi gratuitamente – fino a esaurimento posti – studenti universitari e dell’ultimo anno corsi superiori, tecnici, i partecipanti ai master universitari e ricercatori : “http://www.forumspumantiditalia.it/public/2009forum_IV_simposiotecnico_schedaiscrizione.pdf” http://www.forumspumantiditalia.it/public/2009forum_IV_simposiotecnico_schedaiscrizione.pdf

Lascia un commento