Tassa sugli immigrati, Maroni: “come in Europa”. Senato, approvato il reato di immigrazione clandestina

1
384

immigrazione1Stamani padre Gian Romano Gnesotto, responsabile per gli immigrati e i profughi in Italia della Migrantes, organismo della Cei è intervenuto sulla tassa in merito al rilascio dei permessi di soggiorno: “Indubbiamente la posizione che assumiamo verso ciò che viene chiamato contributo é la posizione di chi ritiene inaccettabile una tassa che è meglio definire balzello nei confronti della già poco tutelata categoria degli immigrati”.
“Francamente meravigliato perchè le polemiche non ci toccano minimamente perchè stiamo facendo quanto hanno fatto da tempo i Paesi europei””. Questa è la reazione del ministro dell’Interno Maroni dopo le critiche della Cei.
Oggi inoltre è stato approvato dal Senato il reato di immigrazione clandestina. La norma, contenuta nel ddl sicurezza,non prevede più, come previsto inizialmente, il carcere per lo straniero che entra e soggiorna senza permesso di soggiorno, ma stabilisce un’ammenda da 5 a 10 mila euro e la sanzione accessoria dell’espulsione decisa dal guidice di pace. In caso di mancato pagamento, scatterà l’espulsione. Se venisse richiesta la protezione internazionale, il processo viene sospeso.

Scrivete la vostra opinione!

1 Commento

  1. nessun giornale o tv di regime riporta la notizia: da fonti svizzere risulta arrestata in frontiera la segretaria del gruppo parlamentare della Lega Nord a Roma con 8 KG di cocaina.
    E`una dipendente del Parlamento italiano una delle due persone arrestate, lo scorso due aprile a Lugano, con otto chili di cocaina in valigia.–
    Fermata con 8 chili di cocaina la segretaria della Lega
    09 aprile 2009 – Erano di ritorno dal Brasile ma al posto dei souvenir sono rientrati con 8 chili di cocaina nascosti in vaschette di carne per il “churrasco”. Una coppia di italiani è stata fermata e poi arrestata all’aeroporto di Lugano in Svizzera per traffico internazionale di stupefacenti. Ma di stupefacente c’è anche che la donna fermata non è un’illustre sconosciuta. Anzi. Si tratta infatti, della segretaria del gruppo parlamentare della Lega Nord a Roma. La cocaina, come ha affermato il commissario capo dell’antidroga Armando Scano a LaRegioneTicino, sul mercato si sarebbe trasformata in 200mila dosi
    http://www.rsi.ch/home/channels/informazione/ticinoegrigioni/2009/04/07/cocaina-agno.html

    La notizia è stata resa nota lo scorso 7 aprile dalla Radio Televisione Svizzera, ma nessun media – stranamente – pare averla ripresa…”
    Perchè nessun tg o giornale di rilevanza nazionale ha commentato la notizia?
    SIAMO SUDDITI DI UN NUOVO IMPERO

Lascia un commento