COMMEMORAZIONE DEI 150 ANNI DELL’UNITA’ D’ITALIA IN LIBANO

0
572

SHAMA, LIBANO MERIDIONALE 17 marzo 2011.

ALZABANDIERA SPECIALE, OGGI IN LIBANO, PER GLI ITALIANI IMPEGNATI NELL’OPERAZIONE LEONTE.

NONOSTANTE I NUMEROSI IMPEGNI OPERATIVI, I BASCHI BLU ITALIANI IMPEGNATI NELLA MISSIONE “LEONTE 9”, SI SONO DATI APPUNTAMENTO CON IL PERSONALE DELL’AMBASCIATA ITALIANA IN LIBANO, PRESSO LA BASE SEDE DEL COMANDO MULTINAZIONALE DEL SETTORE OVEST DI UNIFIL, A GUIDA BRIGATA DI CAVALLERIA “POZZUOLO DEL FRIULI”, PER COMMEMORARE IL 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITÀ D’ITALIA.

ALLA PRESENZA DELL’AMBASCIATORE ITALIANO IN LIBANO, GIUSEPPE MORABITO SI E’ TENUTA LA CERIMONIA DELL’ ALZABANDIERA SOLENNE, SEGUITA DALLA DEPOSIZIONE DI UNA CORONA DI FIORI, IN MEMORIA DEI CADUTI DI TUTTI I CONFLITTI.

IL COMANDANTE DEL CONTINGENTE NAZIONALE E COMANDANTE DELLA BRIGATA DI CAVALLERIA “POZZUOLO DEL FRIULI”, GENERALE DI BRIGATA GUGLIELMO LUIGI MIGLIETTA, HA RIPERCORSO IL CAMMINO STORICO DELL’ITALIA IN QUESTI 150 ANNI, RICORDANDO, NEL SUO INTERVENTO, L’IMPORTANTE CONTRIBUTO DELLE FORZE ARMATE ITALIANE NELL’ACCRESCERE IL COMUNE SENSO DI APPARTENENZA A QUELLA MEDESIMA CULTURA E A QUEI VALORI CONDIVISI CHE AVEVANO GUIDATO I NOSTRI PADRI FONDATORI, QUALI IL SENSO DELLO STATO, L’ORGOGLIO DELL’IDENTITA’ NAZIONALE E L’AMOR DI PATRIA, E METTENDO IN EVIDENZA LA CONTINUITA’ DEI VALORI E DELLO SPIRITO CHE ANIMANO I SOLDATI ITALIANI, IMPEGNATI IN TUTTE LE MISSIONI FUORI DAL TERRITORIO NAZIONALE, IN CUI SONO CHIAMATI AD OPERARE.

L’AMBASCIATORE HA DATO LETTURA DEL MESSAGGIO AUGURALE INVIATOGLI DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO PER CELEBRARE L’ODIERNA RICORRENZA, NEL QUALE, IL CAPO DELLO STATO, ESPRIME “VIVO APPREZZAMENTO PER L’IMPORTANTE RUOLO SVOLTO DAI NOSTRI CONNAZIONALI CHE OPERANO ALL’ESTERO PER LA STABILITA’ E LO SVILUPPO”.

L’AMBASCIATORE HA INOLTRE SOTTOLINEATO LA SUA SODDISFAZIONE PER L’OPERATO DEL CONTINGENTE ITALIANO NELL’AMBITO DI UNIFIL, EVIDENZIANDO L’IMPORTANTE LAVORO DI SQUADRA CHE L’ITALIA E’ IN GRADO DI METTERE IN CAMPO IN LIBANO PER AIUTARE QUESTO PAESE.

ERANO PRESENTI ALL’EVENTO NUMEROSE AUTORITA’ CIVILI, ED I RAPPRESENTANTI DELLE FORZE ARMATE LIBANESI, I QUALI HANNO VOLUTO ESSERE PRESENTI E DIMOSTRARE LA LORO VICINANZA NON SOLO AI NOSTRI SOLDATI, CON I QUALI QUOTIDIANAMENTE VIVONO E COOPERANO, MA AL POPOLO ITALIANO, AL QUALE DA SEMPRE ESPRIMONO APPREZZAMENTO E GRATITUDINE PER IL RUOLO SVOLTO IN OTTEMPERANZA ALLA RISOLUZIONE 1701 DELLE NAZIONI UNITE.

LA VISITA DELL’AMBASCIATORE E’ POI PROSEGUITA CON UNA DIMOSTRAZIONE DI CAPACITA’ OPERATIVE DEI MILITARI DEL 3° REGGIMENTO GENIO GUASTATORI DI UDINE, DEL 10° REGGIMENTO DI MANOVRA DI PERSANO, NONCHE’ DEI REGGIMENTI GENOVA CAVALLERIA E LANCIERI DI NOVARA, STORICI REGGIMENTI CHE HANNO LARGAMENTE CONTRIBUITO AL RISORGIMENTO ITALIANO E CONTINUANO AD ESSERE IMPIEGATI IN OGNI CONTESTO MULTINAZIONALE.

LA COMMEMORAZIONE SI E’ CONCLUSA CON L’INAUGURAZIONE DELLA SALA RIUNIONI INTITOLATA AL “150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA”.

LA BRIGATA DI CAVALLERIA “POZZUOLO DEL FRIULI”, PER LA TERZA VOLTA AL COMANDO DEL SETTORE OVEST DELLA FORZA DI INTERPOSIZIONE NEL SUD DEL LIBANO, COOPERA QUOTIDIANAMENTE CON LE FORZE ARMATE LIBANESI AL FINE DI PERSEGUIRE L’OBIETTIVO DI CONSOLIDARE LA SOVRANITA’ DELLO STATO TRA IL FIUME LITANI ED ISRAELE.

COMPITO PRINCIPALE DELLA FORZA DI INTERPOSIZIONE, COMPOSTA DA MILITARI PROVENIENTI DA 8 NAZIONI QUALI ITALIA, FRANCIA, GHANA, MALESIA, SLOVENIA, COREA DEL SUD, BRUNEI E TANZANIA ALLE DIPENDENZE DEL COMANDO ITALIANO, E’ QUELLO DI MONITORARE LA CESSAZIONE DELLE OSTILITA’ NELL’AREA E SUPPORTARE LE FORZE ARMATE LIBANESI NEL PROCESSO DI STABILIZZAZIONE DEL SUD DEL LIBANO.

DALL’INIZIO DELLA MISSIONE “LEONTE 9” AD OGGI, I NOSTRI SOLDATI DEL SETTORE OVEST CHE OPERANNO SOTTO L’EGIDA DELL’ONU, HANNO EFFETTUATO CIRCA 18000 ATTIVITA’ OPERATIVE.