Francesca Lombardo, da Londra una donna prova a lanciare la sua candidatura in politica nel Partito Democratico

0
121

Francesca Lombardo
Francesca Lombardo
Londra – Francesca Lombardo la incontriamo nel suo quartier generale al Club Quarters a Trafalgar Square nel centro di Londra. ECCO LA SUA PAGINA FACEBOOK

Bella, giovane e impegnata contro lo sfruttamento degli animali e sull’informazione alimentare ci accoglie con un thè ed iniziamo a parlare sulla sua richiesta di candidatura nelle file del Partito Democratico – Circoscrizione Estero – Collegio Europa.

Dott. Lombardo, come è nata la richiesta di candidatura?
La richiesta per la candidatura mi è stata suggerita e stimolata da un consistente numero di connazionali che risiedono all’estero e che sono sensibili ai temi della sostenibilità della società ma anche dall’interesse sui disastri apportati dagli allevamenti intensivi a livello ambientale, alimentare, sociale, sui danni procurati dallo sfruttamento non sostenibile delle risorse naturali, in Italia e in Europa, e sulle tematiche relative alla difesa dei diritti degli animali.

Una volta candidata e poi, Le auguriamo di essere eletta, quali sono i suoi propositi?
Apportare attraverso la mia elezione, l’esperienza professionale maturata a livello internazionale nel settore del management e dei media, per contribuire ad un processo di rinnovo e di modernizzazione degli attuali modelli lavorativi incoraggiando la creazione di realtà occupazionali più dinamiche in un momento in cui, in Italia si avverte la necessità di una ripresa economica e di stimoli provenienti da Paesi Europei.”

Come membro del Enviromental Parliament, organizzazione no profit, fondata dall’attivista ed uomo d’affari di origine greca Pano Kroko, – prosegue a ruota libera Francesca Lombardo – sono attualmente impegnata nella pianificazione di una campagna di sensibilizzazione prevista per il 2013, in collaborazione con le università Italiane ed Europee al fine di incoraggiare a livello locale l’innovazione economica e l’entrepreneurship con la creazione di start up nel settore del green tech, green energy, clean tech, clean techologies facilitando il contatto tra giovani entrepenuers e green capital VC (Venture Capitalists).

Solo questo oppure c’è altro?
Vorrei contribuire al rinnovo dell’immagine della politica Italiana all’estero – fortemente indebolita negli ultimi anni da episodi controversi e spesso percepita come decadente e motivata da interessi personali – sviluppando rapporti di collaborazione con realtà politiche locali come l’Inghilterra e l’Europa per promuovere iniziative italiane all’estero nei vari settori ambientali, economico, difesa dei diritti degli animali e culturale

A quali elettori si rivolge?
Oltre all’elettore del Partito Democratico, l’elettorato al quale mi rivolgo è composto da persone che credono nei valori dello sviluppo sostenibile della società. Temi fortemente sostenuti da associazioni inglesi ed europee, governative e non, che svolgono un ruolo importante nella sensibilizzazione di questi argomenti e che hanno una forte presa anche sugli italiani residenti in Europa e in Inghilterra.

Come intende svolgere la sua campagna elettorale?
Con l’utilizzo primario della Rete con una strategia di Web Marketing interattivo finalizzata alla creazione di una tribù di elettori coinvolti direttamente ed indirettamente nel sostengo della elezione della candidata al Parlamento. La campagna elettorale sarà inoltre sostenuta e supportata da numerosi incontri face to face con l’elettorato in Inghilterra e in Europa.

Da chi sarà aiutata?
Il team elettorale è formato da un gruppo di persone giovani con competenze nel digital marketing, e nei social network, che condivide gli stessi valori e che gode di un forte inserimento nella comunità degli Italiani residenti in Inghilterra e in altri Paesi Europei.

”

I suoi hobbies?
Yoga, trekking, lettura, composizioni musicali, difesa dei diritti degli animali, produzione cinematografica

.

Sappiamo che sta per uscire il suo primo libro, ce ne parla?
Si tratta di “Beatrice and 168 Via Waterloo” è un romanzo umoristico ed educativo per bambini di età compresa tra i 8-12 anni che affronta problemi della dislessia e dello sviluppo emotivo e cognitivo del bambino in lingua inglese.

Progetti in corso?
Certo. Per prima una guida semplificata in lingua inglese per informare i consumatori europei sui rischi legati al consumo di prodotti provenienti dall’allevamento intensivo. Conclusa quella lavorerò alla creazione di una fondazione no-profit con sede in Inghilterra che prevede il coinvolgimento di celebrities mondiali al fine di sensibilizzare I consumatori sui problemi derivati dallo sfruttamento degli animali nell’industria dell’alimentazione e la difesa in genere dei diritti degli animali.Infine mi impegnerò per una campagna di sensibilizzazione in Italian e in Europa in collaborazione con il Environmental Parliament per promuovere lo sviluppo di green start ups a livello Europeo.


Aria fresca, motivata al punto giusto, l’impegno in un settore estramanente delicato e la lunga esperienza all’estero in vari settori sono gli ingredienti della sua candidatura.

Francesca Lombardo attende ora la risposta del Partito Democratico.