Referendum, Renzi: “Non si vota su di me”. Berlusconi: “Non va via per noi”

Lo ha detto Renzi a Radio Anch'io

0
528
Italian Premier designate Matteo Renzi meets reporters at the Quirinale presidential palace, Rome, Friday, Feb. 21, 2014. Democratic Party leader Matteo Renzi has formed Italy's new government, saying the broad coalition aims to give the economically-strapped country "hope. When he and his Cabinet are sworn in on Saturday, Renzi, who had been serving as Florence mayor, will be Italy's youngest premier. Renzi said Friday he aims with his leadership to give a "strong message" to the international community that Italy will be achieving sorely needed electoral and economic reforms quickly. (AP Photo/Riccardo De Luca)

Stamani Matteo Renzi: “Un Paese maturo va a votare con grande libertà senza inseguire polemiche e inchieste che tutte le volte animano la discussione,sarà una grande espressione di democrazia e penso che tutti dobbiamo scalare una marcia, avere un tono tranquillo,e vale anche per me”
Poi ha aggiunto che l’allarme sul rischio brogli “è un evergreen di ogni campagna elettorale”. All’appello di Berlusconi a restare al Governo a prescindere dall’esito del voto, Renzi risponde:”Non si vota su me, ma sul superamento del bicameralismo”.

Cosa aveva detto in precedenza Berlusconi?
Ecco: “Renzi ha la maggioranza, la conserva anche se rarefatta.Non possiamo mandarlo a casa noi. Importante è che dopo ci si possa sedere attorno a un tavolo per fare la riforma della Costituzione che serve all’Italia”.

Poi Berlusconi ha aggiunto:”Renzi è un grande lavoratore, ma ha sbagliato mestiere. Io come presentatore tv lo avrei preso subito”.
Assicura che il suo No “è da sempre deciso e convinto”.
E Mediaset? “La paura di cui ho parlato è esagerata”.