Al Quirinale è Silvio show

0
170

Sembra uscire quasi in sordina dallo Studio alla Vetrata. Cammina davanti a Salvini e Meloni, poi fa una breve presentazione, prima di iniziare il vero show. Con il classico doppiopetto stile 94, spilla Fi al bavero, Silvio Berlusconi è il vero mattatore del secondo giro di consultazioni. Il Cav riconosce sì, il ruolo di leader a Salvini, ma sceglie di presentarlo lui ai giornalisti, come speaker unico dell’alleanza (“Abbiamo concordato un comunicato congiunto, ne darà lettura il nostro leader”…) e si prende l’ultima parola. Accomiatandosi dai giornalisti quando ormai i suoi alleati hanno già imboccato l’uscita, Berlusconi non resiste ad afferrare il microfono, attaccando chi “non conosce l’Abc della democrazia”. “Fate i bravi – dice rivolgendosi ai giornalisti – sappiate distinguere chi è veramente democratico da chi non conosce nemmeno l’Abc della democrazia”. La “zampata del vecchio leone” come la definiscono tra gli azzurri, manda su tutte le furie gli alleati, in particolare la Lega, e i Cinquestelle. (www.adnkronos.com)