La Commissione Ue ha deciso di respingere il Documento Programmatico di Bilancio italiano e di chiederne uno nuovo

Respinta! 3 settimane per rispondere

0
97

Londra – La Commissione Ue ha deciso di respingere il Documento Programmatico di Bilancio italiano e di chiederne uno nuovo. L’Italia avrà tre settimane di tempo per inviare un nuovo documento a Buxelles. La notizia è stata riferita dall’ agenzia Ansa. Il commissario europeo Moscovici e il vicepremier della Commissione Dombrovskis terranno una conferenza stampa a Strasburgo per illustrare la situazione.

“Non esiste alcun piano B. Ho detto che il deficit al 2,4% del Pil è il tetto. Posso dire che questo è il nostro tet-to”. Così il presidente del Consiglio Conte a Bloomberg mentre aspettava il verdetto della Ue sulla Manovra. Alla domanda se si può modificare la sostanza della Manovra, Conte ha risposto: “Questo per me sarebbe difficile. Non potrei accettarlo”.”Dovete considerare che non siamo giocatori d’azzardo che scommettono sul futuro dei propri figli alla roulette”.

“Entro tre settimane l’Italia dovrà presentare alla Commissione europea un Documento programmatico di bilancio rivisto. La bocciatura della Manovra in quanto non rispetta né le raccomandazioni indirizzate all’Italia dal Consiglio, né gli impegni dell’Italia”. Questo parte del contenuto della lettera  firmata da Dombrovskis e Moscovici.

“Per la prima volta la Commissione è costretta a richiedere a uno Stato di rivedere il Documento Programmatico di Bilancio. Non vediamo alternative. Il governo italiano sta coscientemente andando contro gli impegni presi, ma i piani attuali potrebbero richiedere una rivalutazione. La palla ora è nel campo del governo italiano. L’Europa è costruita su stretti legami di fiducia, con regole per tutti e se la fiducia è erosa, sono danneggiati tutti”.

Con queste parole Dombrovskis ha descritto la bocciatura della Manovra.