Lettera a sostegno dell’opera del Governo

1
252

Egregio signor Direttore di Italynews,
Le chiedo ospitalità e preghiera di pubblicazione di questa mia lettera che intendo indirizzare al signor Presidente e capo di Governo e a tutti i nostri Politici: Grecia in bancarotta, Spagna e Portogallo declassati. Italia unico paese UE del Mediterraneo ancora non colpito da questa onda recessiva e distruttiva.
In momenti come questi bisogna essere uniti attorno a chi dirige lo Stato con consenso.

Trovo vergognoso e sono esterrefatto dall’atteggiamento di Fini. Solo un grosso carico di invidia, livore ed incapacità possono essere alla base di tale infantile, irresponsabile atteggiamento. Comportamento che va punito, due volte, dato anche il non pentimento. L’Italia ha bisogno di riforme perché questa salvezza temporanea diventi definitiva.

In democrazia governa chi è Eletto. Fini vorrebbe essere il capo e
sostituirsi alle regole: ha quotidianamente attaccato il suo premier, il partito, un ipercritico ostruzionismo all’attività pubblica è costato miliardi di euro a noi cittadini italiani.

Non riuscendo a far cadere il governo la sua critica è diventata da perbenista a becera, facendoci capire chi è Fini; un uomo insicuro e ideologico, che prima alza la mano destra come i nazisti, poi vuole aprire a immigrati, delinquenti, chiunque, incondizionatamente, forse in ricordo dello storico attivismo comunista di suo padre. E’ una persona pericolosa per se stessa e per gli altri, come tutte le persone che cercano sicurezze
in ideologie astratte invece che nel riscontro quotidiano dei fatti che le proprie idee devono produrre se davvero valide.

Gli italiani sono stanchi delle ideologie astratte e patologiche che hanno portato solo guerre e divisioni nel 1900. Oggi piacciono i governi del fare, proposte sintetiche, risultati concreti e trasparenti.
Auguri Signor Presidente del Consiglio.

C.Costantini
ccostantini@email.it

1 Commento

  1. Egregio Signor Costantini,
    come vede la sua richiesta è stata immediatamente accontentata dalla nostra redazione e la sua lettera, pur non rispecchiando il nostro pensiero e il nostro intendimento e non condividendo certune opinioni, ha trovato spazio nel nostro giornale, a dimostrazione della libertà di opinione e circolazione di idee: principi che, come lei ha modo di appurare, ci stanno molto a cuore. E’ in virtù di questo che abbiamo pubblicato la sua missiva,
    nel ringraziarla per la collaborazione la invitiamo di seguirci sempre,
    con osservanza
    luigi cignoni

Lascia un commento