L’esclusiva rete di comunicazioni per la sicurezza dei pazienti di Aegate approda nelle farmacie italiane

0
355

I farmacisti in Italia dispongono ora dell’accesso a un sistema di informazioni per la sicurezza dei pazienti in tempo reale che promuove l’interazione con i propri clienti. Aegate ha infatti annunciato che circa l’80% delle farmacie italiane ha ora accesso alla rete e che l’installazione su vasta scala inizierà dal mese di marzo.
Aegate, azienda specializzata nelle comunicazioni per la salvaguardia dei pazienti, offre le informazioni per la sicurezza, le avvertenze e le informazioni terapeutiche più aggiornate al momento stesso della dispensa dei farmaci. I responsabili e il personale delle farmacie vengono informati tempestivamente di tutte le modifiche correlate alla sicurezza, quali modifiche al prodotto, dosaggio, posologia e confezione nonché ritiro dal commercio, consigli sulla compliance e dati scientifici di nuova pubblicazione.

“I vantaggi derivanti dall’uso della rete di comunicazioni di Aegate sono unici e completano i sistemi già esistenti. I canali di comunicazione tradizionali quali fax, posta e posta elettronica consentono la comunicazione delle informazioni una sola volta e implicano la necessità di fare affidamento sulla memoria del farmacista e sulla buona comunicazione tra gli addetti al momento della vendita dei farmaci” spiega Paolo Migliari, General Manager di Aegate Italia. L’iniziativa Aegate prevede la distribuzione di brevi suggerimenti e notifiche, al fine di offrire ai farmacisti un costante aggiornamento sui cambiamenti importanti ed evitando così l’incombenza di cercare informazioni aggiornate in Internet o su riviste specializzate.

Le farmacie che attualmente utilizzano i software di Farma3 Informatica, Farma&tec, Gruppo CSF, Infarma, Pharmaservice, NewLine e Studiofarma possono ora richiedere di aggiornare il sistema in uso aggiungendo il servizio Aegate; Farmaconsult e Svemu Informatica seguiranno a breve. Una volta attivato, il servizio Aegate fornisce informazioni sui prodotti nel momento in cui il farmacista ne sottopone a scansione il codice a barre. Il sistema analizza il codice a barre del prodotto, verifica la presenza di messaggi a esso associati e invia eventuali informazioni direttamente al terminale. Il sistema è stato progettato per la visualizzazione di messaggi solo in presenza di informazioni importanti che è necessario tenere presenti, e non dopo ogni scansione.

“Il farmacista, che rappresenta l’ultimo punto di contatto con il paziente, gioca un ruolo fondamentale nell’assistenza medica, pertanto la necessità di questo servizio è evidente” ha concluso Migliari. “Nel corso del tempo amplieremo la nostra offerta anche in Italia, includendo, come nelle altre realtà europee dove siamo presenti, la validazione dei prodotti, un ulteriore livello di qualità, per contrastare il problema sempre crescente della contraffazione che compromette la sicurezza dei farmaci. Il primo passo consiste però nell’assicurarci che i farmacisti dispongano degli strumenti necessari per offrire informazioni e consigli adeguati ai loro pazienti quotidianamente”.

Lascia un commento