Allergie nell’infanzia, ne parliamo con il Dottor Federico Freschi

0
301

Incontro con il Dottor Federico Freschi, Specialista in Clinica Pediatrica e Medicina dello Sport, per analizzare la grande diffusione di Allergie anche nei più piccoli .
Stati allergici si manifestano già nei primissimi mesi di vita.

Risulta difficile accertarsi con sicurezza, poichè non esistono test attendibili al riguardo.

Una delle più diffuse forme di allergia nei primissimi mesi di vita,è la dermatite atopica, che può perdurare o trasformarsi in asma.

Alcune forme allergiche possono essere famigliari, ad esempio, in presenza di due genitori allergici,la probabilità per i figli sale al 60%.
Si parla di prevenzione in assoluto e in primis comprende l’allattamento materno fino verso i sei mesi; altra prevenzione consiste nell’accurata pulizia dagli acari, che si annidano nei tessuti, negli imbottiti e tendaggi. Grossa causa è imputabile al fumo di sigaretta nell’ambiente domestico.

Intorno al 2000 si usarono molto i Latti HA,ipoallergenici,che successivamente furono quasi dismessi.

E’ importante usare una rigorosa pulizia per i peluche (da evitare in caso di allergia conclamata) ed evitare l’abitudine di cambiarsi nella camera da letto e lasciare gli abiti usati,carichi di pulviscolo e polveri, nella stessa stanza ..

Il fumo di sigaretta e tutto ciò che viene inalato,è,senza dubbio,molto irritante per le delicate mucose dei bambini e potrebbe anche procurare un broncospasmo.

Una delle infezioni più diffuse è la Bronchiolite,che può ripetersi più volte. La sua forma più frequente è causata da Virus (RS sinziziale) ma possono favorirla fattori esterni irritanti per i bambini, specie se molto piccoli. Le polveri lungo i bordi delle strade trafficate, lo smog, i detersivi potenti, odori irritanti.

Il broncospasmo, che può verificarsi con frequenza,dà sintomi di dispnea (problema di respirazione) che può essere inspiratoria e riconoscibile nelle alte vie respiratorie e espiratoria, che riguarda le basse vie. Si interviene con adrenalina,cortisone e Beta 2 . Ma si raccomanda sempre l’evitare il contatto con polveri e fumo.

Il tipo di vita migliore per bambini con tipi diversi di allergie,si può indicare semplicemente in abitudine a molto sport all’aria aperta,allontanamento dagli acari,sport al mare per chi soffre di pollinosi e, si ripete, evitare di camminare in zone industrializzate o di grande traffico, onde non respirare fumi e ossido di carbonio dalle auto.

Lascia un commento